C’è la seconda sfida italiana alla Coppa America: si chiama Columbus 2021

La notizia che non ti aspetti arriva in una mattina di fine estate, l’Italia avrà una seconda sfida in Coppa America di Auckland 2021 oltre a Luna Rossa, il nuovo sindacato che si chiamerà Columbus 2021 è ormai ai dettagli. La notizia, forte e chiara, arriva da Imperia. La sfida verrà lanciata infatti dallo Yacht Club Imperia.

Il sindacato sarà formato da un network di aziende. Capofila di queste aziende sarà il marchio italiano Bertone Design che ha come presidente Aldo Cingolani. Ancora segrete le altre aziende, ma ci sarà la partecipazione di alcuni centri di ricerca universitari per lo sviluppo e la progettazione delle tecnologie.

La barca sarà costruita dalla italiana Adria Sail e verrà progettata da Bertone Design. L’idea del sindacato è quello di fare almeno due partecipazioni alla Coppa, non partecipazioni simboliche ma competitive. Il budget dichiarato per la prima sfida parte dai 50 milioni di euro.

Il team è in corso di formazione e non sono stati resi noti i nomi. Ma si parla di nomi italiani, presenze femminili, e velisti provenienti da entrambi gli emisferi, sarà un equipaggio internazionale e verrà reso noto nei prossimi mesi. Gli allenamenti si svolgeranno a Imperia.

A parlare per conto del sindacato italiano a Imperia è stato Roberto Podda, dello studio legale K&L Gates.

Mauro Giuffrè

NEWS IN AGGIORNAMENTO


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

paralimpiadi

Se sei un velista disabile puoi scordarti le Olimpiadi

Fumata nera. Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha respinto la richiesta, presentata da World Sailing (la Federvela mondiale), di riammettere la vela come disciplina ai giochi Paralimpici di Los Angeles 2028. La vela ancora esclusa dalle paralimpiadi 2028 Già esclusi

Ecco come funziona la prima barca a vela a idrogeno

Lo skipper britannico Phil Sharp ha di recente presentato il suo nuovo Imoca “OceansLab”, la prima barca a vela da regata che integra un sistema di energia elettrica a idrogeno. E con questa tecnologia “green” parteciperà al Vendée Globe 2024.

Torna su