Il ritorno di B-Yachts: day sailing, e non solo, in stile italiano

Il B38

Day sailing ma non solo, soprattutto vela facile su barche che possono offrire la tecnologia di un maxi yacht senza dimenticare le prestazioni e soprattutto un’estetica dove lo stile è tutto. La novità di questa stagione 2018-2019 è un graditissimo ritorno di B-Yachts, le imbarcazioni concepite da Luca Brenta. 

Le iconiche barche a vela, nate per il puro piacere di andare a vela a bordo di un mezzo veloce e facile da timonare, che abbina estetica a tecnologia, affrontano la scena internazionale grazie all’iniziativa di Luca Brenta YachtL’azienda ha appena inaugurato la sua nuova sede operativa a Milano. Competenza, passione, esperienza, unione di mondi diversi e valori familiari profondi sono gli ingredienti alla base della nascita di Luca Brenta Yacht. 

Con Luca Brenta, punto fermo per la storia che la nuova azienda si appresta a raccontare, ci sono imprenditori e professionisti che mettono a frutto la propria esperienza nel mondo della nautica e con i quali il noto designer condivide la passione per la vela e non solo.

Sono cresciuto fra i progetti di mio padre e ho imparato ad andare in barca grazie a lui – racconta Giovanni Brenta, figlio di Luca, laureato in architettura e in dirittura d’arrivo per la laurea magistrale. “Per me è un onore affiancarlo in questa iniziativa”.

Fra i promotori dell’operazione anche Alberto Castiglioni, un passato da imprenditore nei beni di lusso, con la sacca sempre pronta per le vacanze a bordo della barca a vela d’epoca di famiglia. 

Il nostro programma si apre nel segno della continuità. Ripartiamo dai modelli B 30, B 38 e B 42 di cui sono stati già costruiti moltissimi esemplari e le imbarcazioni custom, come il B 52 ed il B 60 realizzati per armatori più esigenti. Questo è il primo passo – dichiara Alberto Castiglioni, amministratore unico di Luca Brenta Yacht. “Luca Brenta sarà ancora l’artefice dello sviluppo dei nuovi modelli”.

L’inizio della nuova stagione nautica – aggiunge Enrico Malingri, responsabile della commercializzazione delle imbarcazioni – è il periodo migliore per rispondere alle richieste che abbiamo ricevuto da potenziali armatori e per tornare in contatto con chi possiede già un B-yachts”.

Le barche, nate nel 2004 dalla matita dello Studio Associato Luca Brenta & C., sono destinate agli appassionati che ricercano l’essenza della navigazione a vela, all’insegna dell’easy sailing. “Comode e maneggevoli, perché possiedono la tecnologia di un maxi yacht  aveva detto proprio Luca Brenta in occasione della loro presentazione al mercato.

Dal modello B 30, pensato come day-sailer, ai più grandi B 38 e B 42, dotati anche di cabina, le imbarcazioni B-yacht, sono molto performanti ed hanno scafo e coperta in fibra di carbonio su un’anima di schiuma epossidica e sono caratterizzate da stabilità di peso – oltre il 60% del peso in chiglia – bulbo in piombo, manovre gestite tutte dalla colonnina del timone, look essenziale ed accattivante, coperta in teak. 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Solaris 39

Solaris 39, uno IOR sempreverde (con costruzione al top)

Nei primi Anni ‘80, sull’onda delle introduzioni sorte con il finire del decennio precedente, iniziano a mutare linee e volumi, nascono imbarcazioni più ‘moderne’, con scafi più filanti e galleggiamenti più vicini al fuoritutto. Sono gli anni dello IOR (International

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

Ci sono progetti nuovi e ci sono progetti innovativi. Come anche ci sono tutti quei progetti che stanno un po’ a metà, galleggiando nel mezzo, sfiorando l’uno o l’altro limite. E poi c’è il nuovo Neo 570c, che gioca in

Torna su