developed and seo specialist Franco Danese

Il Vocabolario Semiserio del Velista – Parte 14: da Bravo a Buttafuori

Le manovre semplici: come mollare l’ormeggio senza pensieri
17 agosto 2018
Cambia il tempo e non è più sicuro l’ancoraggio in rada? Ecco cosa fare
17 agosto 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Prosegue l’esilarante viaggio goliardico nella terminologia marinaresca, “demolita” scherzosamente dal nostro Adriano Gatta: ecco a voi il Vocabolario Semiserio del Velista…

BRAVO
Secondo l’alfabeto fonetico NATO, è l’esclamazione che mia moglie fa, in barca, quando assolvo, degnamente, i miei doveri coniugali.

BREZZA
Noto ballerino, coreografo, attore e regista televisivo degli anni ’80, compagno per una vita di Loretta Goggi.
Pare, diciamo pare, fosse appassionato di vela.

BRIGANTINO
Se ne vedono sempre più spesso in giro per i porti; è di bassa statura e, nottetempo, asporta beni preziosi dalle imbarcazioni. Di bassa lega, ma comunque briganti, quelli che asportano attrezzature di coperta.

BULBO
Nelle imbarcazioni d’epoca era di rigore avere al giardinetto dei vasi di fiori.
Le imbarcazioni Olandesi vi ci mettevano a dimora i bulbi.

BURIANA
Abitante di sesso femminile della misteriosa, e mai trovata(di Gucciniana memoria), isola di Buriano(vicina a Muriano) nella laguna di Veniezia.

BUSSOLA
Erroneamente è stato eliso l’accento sulla a finale: Bussolà
Dolce Natalizio tipico di Vicenza e dintorni; noto nel Bresciano come Bossolà è una delle prelibatezze del grande pasticcere pluristellato, Iginio Massari.
N.B. inutile portarlo a bordo per cercare il Nord…….molto meglio mangiarlo in compagnia.

BUTTAFUORI
Sono quasi tutti dei paesi dell’Est.
Alti mt.1,90, ben tarchiati, cattivissimi e sempre in giacca nera con l’auricolare nell’orecchio.
Cosa c’entra con le barche ?
Provate ad avvicinarvi ad uno qualsiasi dei Maxi-yacht ormeggiati a Porto Cervo, Portofino o Saint Tropez e li vedrete materializzarsi dal nulla.

CONTINUA…

QUI IL LINK ALLA PUNTATA PRECEDENTE

QUI IL LINK A TUTTE LE PUNTATE DEL VOCABOLARIO

CHI E’ L’AUTORE DEL VOCABOLARIO SEMISERIO DEL VELISTA Adriano Gatta, bresciano DOC, classe 1956, free-rider, alpinista, ex nazionale di judo, appassionato di fotografia (sono sue le foto che corredano il racconto), collabora da tempo con il Giornale della Vela. Da anni va a zonzo per il Mediterraneo con il suo Sun Odyssey 40 Bravo Papà 3

NOTE
N.B.1 le definizioni riportate in corsivo sono serie e niente affatto spiritose, non hanno alcun significato scherzoso o goliardico e vanno, quindi, interpretate in modo corretto. Ne potrebbe andare della Vostra vita.
N.B.2 tutti i termini presenti nel vocabolario sono termini legati alla marineria; se volete conoscerne il reale significato vi consiglio: IL VOCABOLARIO DEL VELISTA di Giancarlo Basile ed. Incontri Nautici.
N.B.3 come tutti i vocabolari che si rispettino, i termini sono tutti, CATEGORICAMENTE, in ordine alfabetico.
N.B.4 i termini che nel testo, quando è opportuno, appaiono in grassetto, sono trattati nel vocabolario.
N.B.5 nel libro vengono citati alcuni termini che non compaiono ne Il Vocabolario del Velista. L’ Autore ha deciso, deliberatamente, di inserire questi termini a suo rischio e pericolo.
N.B.6 le immagini, sia di copertina che nel testo, sono tutte dell’Autore.
Qualsiasi riferimento a persone o avvenimenti è puramente casuale…….
L’Autore
Adriano Gatta
DISCLAIMER: L’interpretazione alla lettera di tutti i termini presenti in questo vocabolario, può provocare gravi danni alla Vostra imbarcazione, a quelle naviganti in acque limitrofe alla vostra, agli equipaggi ed a tutte le persone coinvolte nella lettura. L’Autore declina ogni responsabilità per danni a persone o cose causati dalla corretta interpretazione dei termini stessi presenti nel Vocabolario. Per una corretta navigazione, si prega di fare riferimento, unicamente, a testi che trattino, seriamente, la terminologia marinaresca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi