developed and seo specialist Franco Danese

Dove osano in pochissimi, Nave Vespucci per la prima volta al Circolo Polare Artico

Il Vocabolario Semiserio del Velista – Parte 12: da Boa a Bompresso
15 agosto 2018
Cosa controllare a bordo prima di partire per una crociera. SECONDA PARTE
16 agosto 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

L’emozione a bordo deve essere stata tanta nel momento in cui, per la prima volta nei suoi 87 anni di servizio, il Vespucci ha raggiunto il Circolo Polare Artico. A bordo ci sono i giovani allievi dell’Accademia Navale che stanno compiendo il consueto viaggio d’istruzione estivo, che li vede impegnati per circa tre mesi di navigazione. Dal suo varo nel 1931, l’Amerigo Vespucci, veliero a tre alberi della Marina Militare ha lasciato a poppa tantissime miglia, ma non si era mai spinto così a nord.

Sono ormai quasi 90 anni che la nave solca i mari del mondo con a bordo i giovani allievi ufficiali della Marina in addestramento e non solo. Il Vespucci è la nave simbolo della tradizione marinara italiana, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo L’8 agosto per la prima volta nella sua storia ha superato il limite del Circolo Polare, evento di per sè particolarmente raro per le navi della Marina. Il Vespucci stava navigando tra Reykjavìk, Islanda, e la città tedesca di Amburgo per la consueta campagna di formazione, che porta la nave scuola nei principali porti europei del Mediterraneo occidentale e del nord Europa. La tappa subito precedente a Reykjavìk era stata nelle Azzorre, a Ponta Delgada, da cui il Vespucci era partito per una traversata  della lunghezza stimata di circa 1600 miglia, da percorrere risalendo l’oceano Atlantico, fino ad arrivare in Islanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi