developed and seo specialist Franco Danese

La Copa del Rey parla italiano con Stig, Vitamina, BeWild, Selene e Cannonball

Il Vocabolario Semiserio del Velista – Parte 2: da Accostare ad Agitato
5 agosto 2018
PROVATA. Salona 380, il cacciatore di brezze. FOTO
6 agosto 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Il Melges 40 Stig di Alessandro Rombelli

E’ una delle regate più amate dagli italiani per la stagione in cui si svolge, per le condizioni meteo e per il luogo. Stiamo parlando dell’unica e inimitabile Copa del Rey che anche in quest’edizione ha attirato nelle acque di Palma di Maiorca decine di equipaggi italiani che come sempre hanno ben figurato.

Una settimana di regata intensa determinata dal vento leggero che tuttavia non ha impedito ai comitati di regata in mare di svolgere quasi a pieno ritmo le prove in programma. In regata le classi ORC, IRC, Club Swan 50, Club Swan 42, J80, Melges 40, Swan 45, 6 metri S9 classici e moderni.

La migliore delle italiane è senza dubio il melges 40 Stig di Alessandro Rombelli, che conquista la classifica dei Melges 40 davanti ai giapponesi di Sikon con il terzo posto dell’altra italiana, Vitamina Cetilar di Andrea Lacorte che conferma la sua crescita in una classe sempre più competitiva.

La migliore barca italiana in ORC è lo Swan 42 BeWild di Renzo Grottesi che centra un ottimo terzo posto in ORC1. Un altro Swan 42 italiano, Selene di Massimo De Campo, fa molto bene tra i Club Swan 42 in monotipia, chiudendo al secondo posto. Infine un piazzamento di rilievo anche per Cannonball di Dario Ferrari che chiude secondo tra i Maxi 72.

LE CLASSIFHE COMPLETE QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi