developed and seo specialist Franco Danese

La più forte kiter acrobatica del momento? E’ di Bologna e ha 16 anni

La denuncia del diportista: “Così la polizia francese mi ha rovinato la vacanza in barca”
30 luglio 2018
Dai 140 metri… in su! Quali sono i 10 yacht più grandi del mondo?
30 luglio 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!


Bologna non è solo terra di mortadella, tortellini e gramigna. Bologna è terra di kitesurf e di una grande interprete di questa disciplina.


PERCHE’ SOFIA E’ GRANDE

Ha soltanto 16 anni Sofia Tomasoni, ma un palmares da fare invidia al migliore dei velisti: ha appena vinto a Gizzeria, in Calabria, il Mondiale Kitesurf Twin:Tip Racing Open, bissando il successo dello scorso anno, quando vinse il primo mondiale (allora giovanile) di questa disciplina acrobatica che sarà presente alle Olimpiadi giovanili a Buenos Aires. E’ inutile dire che sarà proprio Sofia a rappresentare l’Italia in Argentina in autunno (6-18 ottobre): con l’obiettivo di mettersi al collo una medaglia del colore più dorato possibile.

Ricordiamo che tra un titolo iridato e l’altro, la giovane bolognese (in forza al CV Windsurfing Club Cagliari) ha trionfato anche al Campionato Continentale di Dakhla (Marocco), valevole come qualifica olimpica per i giovani kiter di Europa e Africa.

COME E’ ANDATO IL MONDIALE DI SOFIA E DEGLI ALTRI AZZURRI
Sofia ha iniziato la settimana un po’ contratta, quinta posizione per lei il primo giorno, lentamente ha risalito la classifica fino al terzo posto di ieri e oggi si è finalmente sciolta andando a vincere un meritatissimo mondiale. Peccato per Irene che ha gareggiato tutta la settimana sempre nelle prime posizioni, quarto posto per lei ma un buon segnale per tutta la squadra azzurra con Alice Ruggiu (CV Crotone) e Maggie Pescetto (YC Italiano) in ottava e decima posizione, Sveva Sanseverino di Marcellinara (CV Windsurfing Club Cagliari) è 13esima e Chiara Adobati (SC Garda Salò) 15esima.

Nella categoria maschile netta vittoria per il due volte campione del mondo tedesco Florian Gruber, il croato Martin Dolenc si conferma al secondo posto con il francese Victor Bachichet in terza posizione, Dante Romeo Marrero (CV Crotone) conclude il Mondiale in sesta posizione, Lorenzo Boschetti (CN Cesenatico) al settimo e Francesco Clausi (CV Crotone) in 11esima posizione.

La vittoria del Trofeo Pump-Kite va al dominicano Adeury Corniel seguito dal connazionale Lorenzo Calcano, in terza posizione l’americano Cameron Maramenides. Buon mondiale per Alessandro Omar Caruso (CV 3V) che chiude la sua avventura a Gizzeria in sesta posizione, Marco Theodore Francis (CV Crotone), Flavio Ferrone (Ali6 Club Vela) e Andrea Lauro (CV Crotone) concludono il Mondiale in 14esima, 15esima e 17esima posizione.

Nella categoria femminile del Pump-kite netto dominio della polacca Oliwia Hlobuczek, la russa Anna Federova è medaglia d’argento e la brasiliana Maria Beatriz Dos Santos Silva è medaglia di bronzo, le azzurre Elena Sabatini (CV Hang Loose) e Francesca De Marco (LNI Pescara) concludono la settimana a Gizzeria in quarta e quinta posizione.

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI REGATE & SPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi