developed and seo specialist Franco Danese

-10 giorni alla VELA Cup / Venezia Summer. Qual è il tuo “equipaggio tipo”?

No Ambrogio no party: Beccaria non si ferma più, vittoria al Mini Fastnet
28 giugno 2018
L’Italia è un paese meraviglioso (e in barca te lo godi ancora di più)
29 giugno 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Dopo i successi di Santa Margherita Ligure e di Pisa (CLICCA QUI), la VELA Cup si prepara ad arrivare nell’Adriatico con la VELA Cup / Venezia Summer, la regata- veleggiata in programma per sabato 7 luglio nelle acque della Serenissima. Un evento che mette al primo posto la vela e lo stare in compagnia di amici e famiglia con un obiettivo molto chiaro: divertirsi!

La VELA Cup è la regata adatta a qualsiasi barca, da quelle con un look un po’ “vintage” ai maxi yacht con vele nuove fiammanti. Non ci sono limiti di dimensioni, età, peso, basta avere una barca a vela. Anche gli equipaggi non hanno limiti e per farvi intendere cosa vogliamo dire vi presentiamo alcuni degli equipaggi tipo della veleggiata:

Formato famiglia

Al timone vedrete inizialmente il figlio dodicenne, concentrato come fosse all’ultima prova della Coppa America. Ciclicamente a questo giovane skipper verrà spalmata una buona dose di crema solare. Poco prima dello start, mani forti e sicure prenderanno il controllo dell’imbarcazione, per evitare partenze troppo “agonistiche”. A prua, ad assicurarsi che la barca non parta OCS, cioè in anticipo, ci sarà chi non è stato svegliato per tempo dal “momento sole” pre-partenza. Una volta partiti, come si vede in foto qui sotto, il giovane skipper di prima riprenderà il controllo del timone, relegando il padre sottovento a riflettere sul perché abbia deciso di vendere il Laser.

Cruiser/Racer

L’equipaggio in modalità “cruiser/racer” è a metà tra il serio e l’improvvisato. I membri sono tutti velisti con buona esperienza, ma sono usciti insieme solo una volta, il giorno della VELA Cup. Il loro punto di forza è che indossano tutti le stesse magliette e questo li rende particolarmente affiatati. A tre lunghezze dal giro di boa vengono di solito decisi i ruoli per l’issata di spinnaker, che da fuori sembra degna di una regata di Tp52, ma a bordo è una sinfonia di “issa”, “cazza”, “lasca”, “chi mette il tangone?”, ma l’importante è che funzioni! Il valore aggiunto di questi equipaggi è la cambusa, che salta fuori appena cala il vento a consolare tutti.

Old School

L’equipaggio “old school” si conosce da una vita, dagli esordi in Optimist e Flying Junior alle prime regate d’altura. Le miglia lasciate a poppa sono tantissime e l’esperienza li porta ad orzare prepotentemente contro barche grandi il doppio anche perché, come dicevamo prima, alla VELA Cup età e dimensioni non contano! 

Formato Maxi

Non importa se è una veleggiata, un’uscita della domenica o una regata tra amici: il Maxi che arriva primo in reale c’è sempre. L’equipaggio è simile ai “cruiser/racer” dal punto di vista estetico, ma differisce per un aspetto fondamentale: per la regata avrà a disposizione solo barrette liofilizzate e acqua razionata, perché il calcolo in tempo compensato non perdona e si lotta all’ultimo decimo di nodo. Alla VELA Cup i Maxi hanno un nemico giurato: gli incroci con le barche più piccole, al quale arrivano puntualmente mure a sinistra.

ISCRIVITI ORA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fai il bordo giusto, iscriviti!

La newsletter più completa per il mondo della vela