Volete il tavolo da pozzetto del Moro di Venezia in salotto? Fate la vostra offerta!

moro di veneziaVolete comprarvi il tavolo da pozzetto del Moro di Venezia? O la penna del suo gennaker firmata da Paul Cayard? Questa è l’occasione giusta.

Mercoledì 4 luglio collegatevi sul sito di Aste Bolaffi (www.astebolaffi.it) per fare la vostra offerta. E provare ad accaparrarvi rarità e memorabilia delle barche di Raul Gardini. Le barche che hanno fatto la storia della vela e che, ancora oggi, sono le più amate dagli italiani.

SCOPRI QUI LA STORIA DEL MORO DI VENEZIA

Nella collezione di Gabriele Bassetti, membro dell’equipaggio del Moro V durante le sfide di Coppa America e comandante di vari Moro, ci sono alcune rarità. Come due mezzi scafi del Moro V in carbon look realizzati con particolari di recupero della coperta di poppa dell’imbarcazione tagliati per alleggerirla in vista della finale di Coppa America (lotti 214 e 219, basi €1.500 e €2.000), la penna del gennaker G46E con le firme dell’equipaggio capitanato da Paul Cayard (lotto 211, base €500), il tavolo del pozzetto del Moro di Venezia II, il maxi yacht varato nel 1983 con cui Gardini diede inizio all’avventura (lotto 218, base €2.500).

Ovviamente non si batteranno solo i memorabilia del Moro: sarà un’asta dedicata al mare, a tutti i suoi appassionati e ai collezionisti di strumenti nautici. Il catalogo, composto da 226 lotti, è ricco di spunti interessanti: si va dagli oggetti di design di Gio Ponti, come lo specchio raffigurante “Gli amori delle sirene” (lotto 193, base € 5.000) a strumenti nautici, modelli navali, manifesti, dipinti e libri, oltre a un insieme di memorabilia dei transatlantici: affascinanti arredi provenienti dalla motonave Augustus, un baule da viaggio con etichetta del Rex e una serie di cimeli delle navi Costa .

CONSULTA QUI IL CATALOGO ONLINE DELLA MOSTRA

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Pulisce il winch, esplode la barca. Cosa è successo?

Lo scorso 26 novembre lo skipper francese Quentin Mocudet mentre stava facendo alcuni lavori di manutenzione al suo Mini 6.50 “Kiralamure”, ha fatto scoppiare un incendio che ha fatto esplodere la barca. Sembra che stesse utilizzando la famosa “Benzina F”.

Torna su