developed and seo specialist Franco Danese

PROVATA. Questo Pilot Saloon 42 è un purosangue Wauquiez

Che tempo farà alla 151 Miglia? Ce lo svela l’esperto
30 maggio 2018
GALLERY Ecco perché GC32 sul Garda vuol dire “vela estrema”
30 maggio 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Prima di andare a provare a Port Grimaud, in Costa Azzurra, il nuovo Pilot Saloon 42 di Wauquiez ci siamo posti una domanda: che caratteristiche deve avere una barca di questo tipo, pensata per navigare a lungo, magari intorno al mondo o per vivere a bordo? Innanzi tutto deve essere solida, ben costruita e con un livello dell’attrezzatura di altissima qualità. Poi deve avere al suo interno spazi di stivaggio ampi e vari, una buona qualità degli impianti e un alto livello delle finiture, quest’ultimo aspetto indispensabili per avere degli interni da vivere 365 giorni l’anno. In ultimo, non certo per importanza, deve essere una barca in grado di navigare bene con alte doti di marinità.

Con questi obiettivi, possiamo dire che il Pilot Saloon 42 sia una barca riuscita nel pieno della tradizione Wauquiez, una barca molto “ragionata” nei particolari, con un livello di attenzione ai dettagli alto. E poi c’è lo stile Pilot Saloon, con quella dimette rialzata che ti permette di stare comodamente seduto in quadrato a pranzo e avere una visuale perfetta verso l’esterno, possibile solo su questo tipo di barche che presentano questo dettaglio stilistico.

LA SORPRESA NELLA BREZZA

Il nostro arrivo a Port Grimaud è in una tiepida giornata primaverile e il golfo di Saint Tropez ha già “acceso” la termica da sud: acqua quasi piatta, qualche accenno di crestine, aria intorno ai 12 nodi, condizioni praticamente perfette anche perché così possiamo saggiare l’andatura del nuovo 42 anche in condizioni tipicamente mediterranee.

La barca era armata con una randa full batten e un fiocco all round da crociera, a nostro avviso forse un po’ piccolo come superficie ma che ci ha consentito comunque di navigare bene. Il dimensionamento dei winch Andersen è buono e in queste condizioni gli sforzi, potendoli utilizzare anche elettricamente, sono contenuti. Con 9-11 nodi di vento le velocità di bolina, angolo intorno ai 45-50 gradi, sono state tra i 6 nodi e i 7,5, velocità ribadite, con qualche punta a 8, anche al lasco stretto sotto Code Zero.

SPAZI DI STIVAGGIO SORPRENDENTI

Internamente la barca è quello che ti aspetti da un Wauquiez. Pregevoli gli spazi di stivaggio e su questo punto va menzionato il fatto che il quadrato rialzato sotto il tavolo è interamente utilizzabile per lo stivaggio, aprendo spazi insospettabili a prima vista, così come moltissimi sono i piccoli sportelli perfetti per stivare una moltitudine di cose. La barca è infatti dotata di una moltitudine di piccoli vani, spesso sapientemente celati, che consentono un volume di stivaggio quasi sorprendente. A proposito del quadrato rialzato, se c’è chi concettualmente può non apprezzarlo – in fin dei conti è una questione di gusti – sottolineano l’attenzione che ha avuto il cantiere nello eliminare tutti gli spigoli vivi della piattaforma rialzata, onde evitare spiacevoli conseguenza in caso di mare formato.  Abbiamo altrettanto apprezzato il vano cerate in quella che secondo noi è la posizione perfetta: appena a ridosso delle scale, quando stiamo per uscire fuori nel maltempo troviamo a portata di mano i nostri indumenti, quando rientriamo possiamo riporli comodamente senza bagnare altre zone della barca.

Lunghezza f.t. 12,99 m

Lunghezza hall. 12,80 m

Larghezza 4,34 m

Immersione corta 1,65 m

Immersione profonda 2,15 m

WWW.PILOT-SALOON42.COM

www.yachtsynergy.it

 

TUTTI I NUMERI E I DETTAGLI DEL NUOVO PILOT SALOON 42 NEI PROSSIMI NUMERI DEL GIORNALE DELLA VELA EDIZIONE CARTACEA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi