Striscia la Notizia “fake news”, con i fuoribordo da 40 cv non ci vuole la patente!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Che brutta figura ha fatto l’altra sera la popolare trasmissione TV Striscia la notizia e che danno ha fatto alla nautica con la falsa notizia che per i fuoribordo 40 cavalli sia necessario da oggi avere la patente nautica!

Distorcendo quanto contenuto nella nuova normativa nautica che da fine febbraio giustamente di fatto “rottama” i vecchi e antiecologici fuoribordo due tempi  con cilindrata superiore a 750 cc (di fatto i vecchi depotenziati), obbligando chi li possiede ad avere la patente nautica. Lo scopo del provvedimento e’ quello di penalizzare appunto coloro che ancora possiedono questi obsoleti e inquinanti fuoribordo due tempi, esattamente come nel mondo automobilistico esistono divieti di circolazione per le auto più inquinanti.

Quindi, tranquillizzatevi, la patente non e’ necessaria per quasi tutti i fuoribordo con potenza sino a 40 cavalli. Guardate il video “fake news” di Striscia la Notizia che ha causato ingiustificati allarmismi.

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/nuova-legge-nautica_36291.shtml

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI BARCHE E CANTIERI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

35 commenti su “Striscia la Notizia “fake news”, con i fuoribordo da 40 cv non ci vuole la patente!”

  1. Salve, ho letto il vostro articolo è devo dire che il motore envirude 2t 40cv non è un motore ne tantomeno obsoleto ne tantomeno inquinante, andate a leggervi i dati di inquinamento del motore rispetto a tanti altri che tranquillamente circolano senza patente. Vedi il 737 che è un motore di 20anni, per cui documentatevi prima di rispondere…..grazie

  2. Siete sicuri di aver compreso bene la trasmissione? Andatevela a riguardare!! È stato colpito da questa legge ingiusta un solo motore!! L’Evinrude etec 40. Uno dei motori meno inquinanti e più tecnologici che esistano! Reo di essere un due tempi, seppur a iniezione, di oltre 750cc. La brutta figura l’avete fatta voi! Informatevi!

  3. La brutta figura la state facendo voi,i motori evibruse etec40hp igniezione diretta,sono motori di nuova tecnologia,meno inquinanti dei 4 tempi,prima di scrivere eresie cari giornaliati ibformatevi bene,andate a leggere le caratteristiche di questi motori.

  4. Non avete capito niente e ci state danneggiando ignorando il problema. Scrivete a caso. La fake news é la vostra. Bravi. Veramente bravi.

  5. inquinamento

    I motori Evinrude E-TEC non fumano. I due tempi a iniezione Evinrude E-TEC sono completamente diversi dai vecchi 2 tempi a carburazione.
    Solo un’infinitesima parte d’olio viene bruciata e non una goccia d’olio incombusto si disperde nell’ambiente. Lo vedrete con i vostri occhi, ma soprattutto lo sentirete con il vostro naso.

    I motori Evinrude E-TEC sono in assoluto i fuoribordo meno inquinanti al mondo. Ciò è dimostrato da
    fonti ufficiali ed imparziali, enti pubblici riconosciuti quali l’EPA, l’Ente governativo americano che ha il compito di certificare le emissioni di tutti i motori fuoribordo in commercio, e la Comunità Europea. I tre inquinanti considerati dalle normative europee sono gli Idrocarburi incombusti, gli Ossidi di Azoto e il Monossido di Carbonio. I motori Evinrude E-ETC emettono una quantità complessiva di questi tre elementi che è la più bassa fra quelle emesse da qualsiasi altro motore fuoribordo attualmente in commercio.
    Questo significa due cose:

    aquistando un motore E-TEC si contribuisce a inquinare meno l’ambiente che ci circonda.
    tutti i motori Evinrude rientrano nelle normative anti-inquinamento che saranno in vigore in Europa, e quindi anche in Italia, a partire dal 1° gennaio 2006.

    inquinamento

    I motori Evinrude E-TEC non fumano. I due tempi a iniezione Evinrude E-TEC sono completamente diversi dai vecchi 2 tempi a carburazione.
    Solo un’infinitesima parte d’olio viene bruciata e non una goccia d’olio incombusto si disperde nell’ambiente. Lo vedrete con i vostri occhi, ma soprattutto lo sentirete con il vostro naso.

    I motori Evinrude E-TEC sono in assoluto i fuoribordo meno inquinanti al mondo. Ciò è dimostrato da
    fonti ufficiali ed imparziali, enti pubblici riconosciuti quali l’EPA, l’Ente governativo americano che ha il compito di certificare le emissioni di tutti i motori fuoribordo in commercio, e la Comunità Europea. I tre inquinanti considerati dalle normative europee sono gli Idrocarburi incombusti, gli Ossidi di Azoto e il Monossido di Carbonio. I motori Evinrude E-ETC emettono una quantità complessiva di questi tre elementi che è la più bassa fra quelle emesse da qualsiasi altro motore fuoribordo attualmente in commercio.
    Questo significa due cose:

    aquistando un motore E-TEC si contribuisce a inquinare meno l’ambiente che ci circonda.
    tutti i motori Evinrude rientrano nelle normative anti-inquinamento che saranno in vigore in Europa, e quindi anche in Italia, a partire dal 1° gennaio 2006.QUESTI SONO I MOTORI DI NUOVA GENERAZIONI INCRIMINATI DALLA NUOVA LEGGE.CARI EDITORI PRIMA DI GETTARE FANGO SU EVINRUDE DOVETE DOCUMENTARVI .INVIERÒ IL VOSTRO ARTICOLO A EVINRUDE.

  6. Caro scrittore,
    Forse perché prendi le notizie da Topolino o forse perché nn sei in grado di “leggere” la normativa, la notizia su striscia e’ vera, i possessori dell evinrude e tec 40 devono conseguire la patente! L evinrude è tra i motori più ecologici e puliti in circolazione….dove ha preso le sue informazioni? Da un vecchio articolo di 40 anni fa? le ha sussurrato il vento? Spero che capisca e si vada ad informare in modo da “riscrivere” il pezzo cercando di “aiutare” i possessori di questi fantastici motori che alla vigilia della bella stagione rimangono in porto a guardare….

  7. La fake news e la cattiva informazione l’avete fatta voi questa volta! L’e-tec è uno dei motori più puliti se non addirittura il meno inquietante. Credo che un articolo di smentita da parte vostra sia doveroso! Informatevi meglio la prossima volta!

  8. Scrittore del tutto ignorante, invece di scrivere fesserie perché non ti occupi di risolvere la problematica che ad oggi hanno tutto i possessori di envirude? L’estate si avvicina e tutti vogliamo utilizzare le nostre imbarcazioni

  9. Gentile Redazione,
    Purtroppo le cose non sono come le avete descritte voi. In seguito alla recente revisione del codice della nautica da diporto alcune migliaia di diportisti (si parla di 8/10 mila), centinaia di noleggiatori e dealers del marchio Evinrude si trovano un una situazione a dir poco assurda. I possessori di E-tec 40 ad iniezione diretta, potranno condurre le loro unità soltanto se in possesso di titolo abilitativo. Viceversa, niente patente per tutti gli altri possessori di motori fuoribordo da 40 cv. Siccome è evidente la discriminazione nei confronti del marchio Evinrude rispetto a tutti gli altri, a nome dei diportisti laguna veneta (siamo più di 10000) mi sono appellato a tutti i parlamentari eletti in Veneto per evidenziare tale assurdità. Tanto è vero che già un parlamentare ha depositato una interrogazione, altri presenteranno una proposta di modifica normativa. Rimango volentieri a disposizione per dare ulteriori informazioni. Mirco Bodi 329 4285924.

  10. È meglio che vi occupiate di vela…..riguardare il servizio corretto e preciso promosso da veri professionisti….e prima di scrivere cazzate pensateci.

  11. Prima di scrivere simili inesattezze e fare figuracce dovreste informarvi.
    I commenti che precedono il presente spiegano bene la situazione è non mi dilungherò.
    Concludo consigliando di rettificare e di chiedere scusa a Striscia e ai lettori.

  12. La patente ci vorrebbe in ogni caso e sempre se non altro per schedare tutti i sottosviluppati che vanno in mare come guidano x strada

  13. I sottosviluppati esistono anche tra i possessori di patente…non occorre la patente x usare il cervello.
    Quindi usalo e cerca di essere solidale con le persone che in questo momento sono “colpiti ” da questo problema.
    Pensa a persone già anziane che di punto in bianco non possono continuare a godere della passione di una vita…
    Li mandiamo a scuola ?
    Pensionati che arrivano a stento a fine mese possono sostenere i costi patente?
    Pensaci rifletti prima di scrivere.

  14. Paolo, proprietario E-Tec 40

    Si fa presto a gridare alla fake news, a quanto pare è la moda del momento! Forse per avere più accessi al vostro portale, pessimi! Autori semplicemente indegni di fare giornalismo, senza attenzione per le notizie o ancora peggio in malafede nel difendere qualcuno (leggasi marchi concorrenti di Evinrude!). Trash news, la vostra!

    1. sono daccordo …Gia il titolo di quest articolo è fuorviante rispetto al contenuto ,esattamente con significato contrario al contenuto

  15. la legge se ho ben capito non parla di emissioni, ma semplicemente di motori 2 tempi superiori a 750 Hp, la legge non tiene conto dei dati di inquinamento dichiaratio da EPA e dal costruttore e da altri enti certificatori, e stata fatta la solita pastocchia all’italiana.

  16. Noi parliamo ..discutiamo..ma secondo voi (giornalisti compresi..)c’è qualcuno che si sta prendendo a cuoree cerchi di ..aiutarci x risolvere il problema?
    Sapete qualche novità?
    Gianni

  17. Oggi ho portato al mare il mio sacs 530 con evinrude etec 40cv. Una volta arrivato in porto mi hanno avvisato di qst ‘legge’ che io prtrp ignoravo. Sono basito e non so come comportarmi, se anche mi iscrivessi ora alla patente non riuscirei mai ad averla in tempo, mi perderei praticamente tutta la stagione e se me ne frego e rischio; se mi fermano e trovo uno ‘str. . o’ mi può dare una multa alta quanto 6 miei stipendi ed inoltre anche sequestrare il gommone. Se sapete qualche cavillo o scappatoia da prendere……. grazie!

  18. Siete voi che fate cattiva informazione, forse perché prima di scrivere non avete visto tutto il servizio fatto da “Striscia”, nel quale viene detto apertamente che non si tratta di tutti i 40 CV ma solo dei circa 10.000 che superano la cilindrata di 750 cc. Inoltre avete pure criticato questi modernissimi e pulitissimi motori 2 tempi, con tante certificazioni, scrivendo che sono vecchi, obsoleti, sporchi e inquinanti screditandoli senza cognizione di causa. Fossi io BRP vi farei causa senza pensarci. Forse ne capite un po’ di vela ma di motori…..!

  19. Ho scaricato questa pagina che avrò cura di inviare a BRP che produce questi motori Evinrude e-tec, giusto per informarli di come taluni parlano dei loro prodotti, anche se probabilmente già ne sono al corrente!

  20. Perché non pubblicate nome e cogn ome e rispettivo partito di chi ha firmato la legge . Credo che gli Italiani non abbiano bisogno di persone al governo che non sono all’altezza della situazione. Era sufficente leggere su qualsiasi sito le performance del motore e-tec 40cv per capire che è il più avanzato e meno inquinante di tutti gli altri e quindi non firmare quella redicola legge. 10.000 persone sono state punite ingiustamente per quella firma. Bravo !!!.

  21. Buongiorno
    Che voi sappiate ci sono novità x ciò che riguarda patente per i motori 40cve.tec
    Evinrude..?
    Grazie dell’attenzione
    Gianni

  22. Alessandro De Fanti

    Buongiorno,
    concordo pienamente su tutto. VERGOGNOSA Fake News che certamente non aiuta noi diretti interessati. aggiungo che in famiglia, dovremmo prendere ben 3 patenti nautiche.
    ma sopratutto, non può essere retroattiva una simile legge, o per lo meno si deve dare agli interessati al problema, almeno un anno di tempo, minimo, per adeguarsi. Vogliamo parlare poi della immediata svalutazione del motore, o più spesso di un package motore + imbarcazione? sia per gli addetti ai lavori, ma ancor di più per l’utente finale.e comunque una “strana” discriminazione rispetto a tutti gli altri motori 40 cv ma 4 tempi.
    faccio una similitudine per meglio capire i vari danni arrecati con questa novità : mi compro un ‘utilitaria,ben accessoriata, 20 mila euro, con 62 KW, ma un mese dopo, una nuova legge mi impone di non superare i 60 kw: risultato? sono a piedi, ma non riesco a rivenderla, è se pure ci riesco devo praticamente regalarla!
    quanto alla buona fede, ho i miei personali dubbi: sia perché C. di Porto, Ucina,Ministero dei Trasporti, e case costrutrici, hanno lavorato ben 3 anni al Decreto Legislativo n. 229, nella sua interezza, che ha sia perché gli interessi economici in ballo BRP/Evinrude escluse, sono molteplici! Inoltre vedo un immobilismo pressoché totale da parte degli interessati di cui sopra. O è ignoranza, o malafede ( ma non posso aggiungere altro). Grazie ancora Itàlia!!!

  23. salve a tutti ma nel servizio di striscia si parlava che è stato contattato il ministero chiedendo loro delle proroghe ma questo ministero sapete se ha dato una risposta….si o no

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

BARCHE USATE Vendono 5 grandi Classic Boat da 8,9 a 13,8 m

Continuiamo ad andare alla scoperta delle occasioni migliori di barche usate sul nostro mercatino degli annunci. Qui potete vendere e comprare barche usate (anche le Classic Boat storiche by Giornale della Vela!), accessori, posti barca, trovare l’idea giusta per le vostre vacanze e persino

I migliori catamarani del 2024 per gli americani sono questi

Lo scorso 3 aprile durante l’International Multihull Boat Show allestito a La Grande Motte, in Francia, si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso “Multihull of the Year” organizzato in collaborazione con la rivista statunitense Multihulls World. Negli ultimi

Registrati



Accedi