developed and seo specialist Franco Danese

Più donne e kite: ecco la nuova vela olimpica per Parigi 2024

Regata dei Tre Golfi: il vento leggero premia i Maxi, dominio di Caol Ila
14 maggio 2018
Ad Maiora, ovvero come far rinascere un supertrimarano “dimenticato”
15 maggio 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Dopo una settimana di estenuanti discussioni, le menti dei rappresentanti delle federazioni veliche del mondo riunite a Londra hanno deciso: il kite surf nel 2024 sarà olimpico. Questa è la novità più importante e attesa uscita dall’assemblea di metà anno di World Sailing, la federvela internazionale (ex ISAF), che si era data un obiettivo chiaro prima dell’incontro londinese: rivoluzionare la vela olimpica e farlo a tutti i costi, perché la posta in gioco è la presenza stessa alle Olimpiadi.

Il kite surf entra alle Olimpiadi 2024 in un format di regate a squadre miste tra uomini e donne – con quale delle tante discipline del “mondo kite” non è ancora chiaro – dato che nella nota ufficiale si parla di “new equipment must be selected”, in questo senso nei prossimi mesi arriveranno ulteriori novità. L’altra classe rinnovata, o meglio mutilata, è il 470: non ci saranno più due medaglie diverse per maschi e femmine, ma un’unica flotta di barche in doppio (realisticamente, salvo cambiamenti, il 470 come barca potrebbe essere confermato) dove proprio gli equipaggi saranno misti. Si crea così lo spazio per un nuovo evento che sarà una non ben specificata regata mista a squadre su derive singole: se nel caso degli uomini potrebbe essere ancora protagonista il Finn, per quanto riguarda le donne la barca dovrà essere scelta da zero, perché al momento non ci sono altri singoli femminili olimpici oltre al Laser Radial.

Discorso diverso per l’ultima classe in fase di rinnovamento, ovvero le tavole a vela RS:X, dove sarà il format delle regate ad essere modificato, magari con l’introduzione di altre specialità come lo slalom, e la possibilità, da confermare, di mantenere l’RS:X come equipaggiamento. Le sicurezze arrivano sul versante delle tre classi che fino a Parigi 2024 rimarranno tali e quali: il catamarano misto Nacra 17, lo skiff acrobatico 49er (uomini e donne) ed il Laser, la classe più diffusa al mondo sia Standard (uomini) che Radial (donne).
Con queste evoluzioni, che potranno ottenere l’approvazione finale solo all’assemblea di World Sailing del prossimo novembre, riuscirà la federvela internazionale a rendere la vela appetibile ai media e al grande pubblico? Ma più di questo, la cosa importante che World Sailing deve trasmettere ora ai velisti è chiarezza e programmazione, perché Parigi 2024 è ancora lontana, ma se avverranno i cambiamenti previsti dovrà essere reinventato tutto il circuito olimpico e gli equipaggi che vi prenderanno parte.

CLASSI CONFERMATE

  • Laser Standard e Radial
  • 49er e 49er FX
  • Nacra 17

CLASSI IN FASE DI MODIFICA/NUOVI INGRESSI

  • Kite surf misto a squadre
  • Singolo misto (Finn uomini?) (Nuova barca donne)
  • Doppio misto (470?)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi