Ben tornato Silver Bullet, ci sei mancato! Che la Luna sia con te

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Non temete, la grande festa del varo del Tp 52 Luna Rossa a Trieste, organizzata dalla Barcolana, è confermata per domenica 13 maggio. Ma, come avviene per qualsiasi barca, prima del varo ufficiale c’è il cosiddetto “varo tecnico”, ovvero la prima messa in acqua della barca per verificare che lo scafo non presenti problemi o ci siano anomalie nel galleggiamento. Il varo di questa barca ha un forte significato simbolico: è un nuovo inizio, dopo la campagna prematuramente interrotta da Patrizio Bertelli per protesta contro Oracle.  La nuova Luna è andata in acqua a Trieste e fa un certo effetto vedere nuovamente un monoscafo dal colore grigio scuro con il logo Prada sulla randa e la scritta Luna Rossa sullo scafo. Non accadeva dalla Coppa di Valencia 2007, terminata con la finale della LVC persa 5-0 contro Team New Zealand,

Inutile dire che i ricordi tornano anche, e soprattutto, agli anni 2000, quando l’Acc Luna Rossa si guadagnò a forza di vittorie l’appellativo di “Silver Bullet” nelle acque neozelandesi. Se questo tp 52 sarà un “missile d’argento” è presto per dirlo e la stagione delle 52 Super Series presenta un livello tecnico così alto che è difficile fare delle previsioni. Luna Rossa parte in leggero ritardo rispetto agli altri Tp 52 che hanno già fatto il warmup stagionale a Palma di Maiorca, ma è inutile dire che già dalla prima tappa in programma in Croazia dal 23 al 27 maggio Max Sirena e compagni punteranno al miglior risultato possibile.

Una stagione in Tp 52 che si annuncia avvincente, con ben tredici team al via, più della metà dei quali puntano ai posti di altissima classifica. Una serie di tappe scelte dall’equipaggio di Luna Rossa per perfezionare l’affiatamento del team e iniziare a studiare la composizione finale della squadra in ottica Coppa America. Il Tp 52 è infatti solo una barca di passaggio, tra circa un anno, o forse anche meno, si parlerà di un altro, e ben più importante varo, quello dell’AC75 super foiler con cui si andrà a disputare la Coppa America del 2021 (scopri di più QUI). E a quel punto si inizierà veramente a giocare sul serio. Nel frattempo ben tornato Silver Bullet, ci sei veramente mancato.

Mauro Giuffrè


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Ben tornato Silver Bullet, ci sei mancato! Che la Luna sia con te”

  1. margherita marshalll

    Era “silver bullet” perché era di un colore simile all’argento… Questa di “silver” ha ben poco…Rigiardatevi le foto del 2000 please…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Omicidio nautico

Omicidio nautico, presto sarà legge. Ecco le pene

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >> Omicidio

Solaris 39

Solaris 39, uno IOR sempreverde (con costruzione al top)

Nei primi Anni ‘80, sull’onda delle introduzioni sorte con il finire del decennio precedente, iniziano a mutare linee e volumi, nascono imbarcazioni più ‘moderne’, con scafi più filanti e galleggiamenti più vicini al fuoritutto. Sono gli anni dello IOR (International

Torna su