La borsa “di James Bond”? E’ nata in Sicilia con lo zampino di Checco Bruni!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

seabagNon chiamatela semplicemente sacca stagna. Perché la nuova SeaBag è molto di più: impermeabile, indossabile facilmente a mo’ di zaino grazie ad approfonditi studi ergonomici, ma soprattutto in grado di garantire resistenza fino a 6 metri di profondità per 72 ore. In poche parole, una borsa con cui poter andare in spiaggia, navigare, fare immersioni, esplorare avendo sempre con sé i propri oggetti di valore. E dove è nata, direte voi, in un laboratorio hi-tech in stile film di James Bond? No, è un prodotto siciliano al 100%.

LO ZAMPINO DI BRUNI
E chi sarebbe, sempre continuando con il paragone da film di spionaggio, il signor “Q”, ovvero quello che rifornisce l’Agente 007 di tutti i gadget ultraccessoriati? Una delle menti del team (composto da creativi e tecnici) è infatti il grande velista Francesco “Checco” Bruni (sette titoli mondiali, 5 Europei e 15 Italiani in varie classi) che, tra una campagna di Coppa America e l’altra, ha contribuito allo sviluppo del prodotto. Chi più di lui è a conoscenza delle esigenze dei velisti? Non era facile individuare nuovi tessuti tecnici unitamente a specifici sistemi di chiusura, idonei a garantire le nostre sempre più esigenti necessità di resistenza alle pressioni.

I SUOI SEGRETI
La Seabag si distingue tecnicamente dai prodotti che utilizzano i sistemi di chiusura a magneti o ripiegamento (zaini, singole custodie per cellulari) soprattutto per l’applicazione, attraverso l’uso dell’alta frequenza, di una specifica cerniera stagna da 500 millibar (Tizip) Masterseal appositamente prodotta nel centro di produzione della TITEX in Germania e capace di resistere alla pressione dell’acqua e impenetrabile alle polveri. La sacca, durante il suo ciclo di produzione è sottoposta a diversi test intensivi al fine di garantire la tenuta stagna e quindi salvaguardare in ogni circostanza dall’acqua i propri effetti personali di valore.

La Seabag, come anticipato, resiste alla pressione dell’acqua fino a 6 mt di profondità grazie anche allo specifico tessuto di nylon ordito, con una quantità di Pvc interno in grado da poter garantire la sua permanenza sott’acqua fino a 72 ore consecutive. La tenuta stagna, cosa diversa dalla semplice impermeabilità, è determinata infine da un processo di polimerizzazione attraverso la tecnica dell’alta frequenza. 

Disponibile in diversi colori, ha un prezzo di 119 euro. La trovate qui: www.seabag.eu

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI TECNICA & ACCESSORI

ModelloCantiere CostruttoreLunghezza (M) (LOA)Anno di Progetto
J/105J-Boats10.521995
J/120J-Boats12.091994
J/160J-Boats16.051996
J/24J-Boats7.321977

SCOPRI TUTTE LE NEWS DEL TAG HEUER VELAFESTIVAL 2018

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Adesso hai l’incentivo se compri un motore elettrico

  Arrivano gli incentivi per l’acquisto di un motore elettrico marino. Dopo anni di vane attese, lungaggini burocratiche e la sensazione di essere praticamente “invisibili” agli occhi del Governo in quella tanto sbandierata corsa alla “transizione ecologica”, finalmente anche per

Torna su

Registrati



Accedi