developed and seo specialist Franco Danese

“Famolo strano” con tre barche usate per rompere i canoni

codice della nautica
Good News: il nuovo Codice della Nautica è (finalmente) realtà
30 gennaio 2018
sea gypsies
I Sea Gypsies, in giro per i mari del mondo senza meta, cercano te!
31 gennaio 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Di solito vi presentiamo barche “comuni”, ma questa volta abbiamo lavorato di fantasia e dal sito di TopBoatMarket abbiamo tirato fuori tre “chicche” che di usuale hanno ben poco ma di originale molto. Tre modelli che non hanno punti in comune tra di loro ( a parte il fatto che due sono stati progettati da Bruce Farr) ma si distinguono per essere appunto delle barche alquanto particolari. E una volta tanto, come diceva Carlo verdone con un suo celebre personaggio, “famolo strano”..

Winning Cat

Questo piccolo barchino di 6.36 è il più economico della nostra selezione di barche in vendita ma anche il più originale. Conosciuto anche come Farr 640, progettato dal mitico Bruce, è dotato di albero rotante senza sartie e nessuna vela a prua. Una barca sperimentale capace di sprigionare buone performance.

La posizione dell’albero molto avanzata lascia spazio ad una randa dalle dimensioni importanti e dall’allunamento pronunciato. Ideale per chi cerca adrenalina a buon prezzo e vuole mettersi alla prova su una barca veloce e decisamente sportiva. Da provare sui laghi. GUARDA QUI IL MODELLO IN VENDITA

 

Cassiopea I

Qui ci avventuriamo sulle orme del mito. Primo Libera del Garda, costruito in lamellare di mogano da Ettore Santarelli, barca considerata ormai d’epoca, è dotata di una chiglia datata 1975 e disegnata da Doug Peterson. A guardarla sembra quasi un piccolo Coppa America, i 12 SI di una volta, in realtà è una barca da regata ancora molto performante per chi ama le barche “speciali”. Pronta per prendere parte alle regate d’epoca, dotata anche di motore entrobordo. GUARDA QUI IL MODELLO IN VENDITA

WOR 60 Tokio

Volete regalarvi una barca mito? Abbiamo qualcosa che fa per voi. Questo Whitbread 60, disegno Bruce Farr, ha partecipato alla Whitbread Round the World Race 1993-1994, terminando al quinto posto, guidata dallo skipper neozelandese Chris Dickson. Certo non sarà una barca con cui andare in crociera a fare un bagnetto (Ma volendo perché no!), ma può essere una scuola di vela e di navigazione d’altura non da poco. Per chi vuole fare una pazzia! GUARDA QUI IL MODELLO IN VENDITA

 

1 Comment

  1. adolfo mellone ha detto:

    Si chiama pinna…..Pinna…..PINNAAAAA……………………..!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi