developed and seo specialist Franco Danese

Cantieri italiani, ingaggiate Paolo Bua (ovvero il re dei daysailer francesi)!

Il cielo è azzurro sopra Fremantle: al mondiale 420 tre medaglie italiane
3 gennaio 2018
motore
Vuoi cambiare il motore? Ecco come muoverti nella “giungla” della burocrazia
4 gennaio 2018

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!


Ancora lui! Paolo Bua è tornato dal Salone Nautico di Parigi con un premio in tasca. A vincerlo è stato il Rosso 28 EVO
, una delle sue ultime creazioni (aggiornamento del Rosso 28, dal quale differisce per la maggior leggerezza e il disegno della tuga), che ha stupito giuria e lettori della prestigiosa rivista francese Voile Magazine. A tal punto da insignire la barca del “Premio dei Lettori”. Bella doppietta, dopo il premio al design vinto lo scorso anno (ve ne avevamo parlato QUI)!

IL PIENO DI VOTI
Ci racconta un raggiante Bua, sassarese di 38 anni che se in patria ancora non è celebrato (anche se ha vinto, lo scorso anno, il nostro premio TAG Heuer Innovation al Velista dell’Anno), oltralpe è ormai considerato il re dei daysailer (a proposito, al Grand Pavois di La Rochelle ha presentato quattro nuovi modelli!):

“Il Rosso 28 è stato scelto e premiato dai partecipanti al concorso, all’unanimità. Tutti quelli che provano le barche nei due giorni di prove in mare a La Rochelle devono riempire un questionario e dare i voti alle barche testate per le varie caratteristiche (prestazioni, comodità, rifiniture, estetica etc) e poi esprimere la loro preferenza votando la loro barca preferita fra quelle in gara…abbiamo fatto il pieno di voti!”. Che dire, cantieri italiani, fateci un pensierino!

ELEGANZA AL PASSO COI TEMPI
L’eleganza della barca e la sua originalità (“Non seguendo la moda, non si rischia di diventare fuori moda…”) hanno fatto il resto. Il Rosso 28 Evo, costruito dal cantiere francese Chantier des Ileaux, è realizzato con la tecnica dello strip planking di mogano, epossidica e vetro. Un daysailer di 8,50 m (largo 2,96) con pescaggio variabile (chiglia pivotante idraulicamente) da 0,85 a 1,95 m e doppio timone (da buona “francese” si può appoggiare a bassa marea, ed i timoni fanno da “stampelle”), caratterizzato da un dislocamento di circa 1450 kg. La randa è di 26 mq, il fiocco di 16,5. A bordo possono dormire fino a quattro persone: un daysailer che “corre”, d’accordo, ma che può essere utilizzato anche per brevi crociere. L’entrobordo elettrico rende poi questa barca, progettata senza tenere conto della moda, al passo coi tempi. Bravo Paolo! www.chantierdesileaux.com, www.paolobua.com

ECCO LE FOTO DELLA BARCA DI FRANCOIS VAN MALLENGHEM

 ALTRI PREMIATI A PARIGI

Innovazione: LITE XP
Eleganza: TOFINOU 10.C
Nuova Versione: DJANGO 9.80 QR (Leggi la nostra prova del Django 9.80)

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI BARCHE E CANTIERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi