I consigli di Franco Pivoli per una crociera facile (e felice) / 1

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

pivoliA grande richiesta tornano i consigli pratici di Franco Pivoli (tra i fondatori del Centro Velico Caprera, è stato olimpionico a Montreal 1976 nei Tornado): alcuni lavoretti da fare in barca per renderla facile e comoda in crociera. Quale momento migliore di questo, con la stagione alle porte e vento e sole che cominciano a richiamarci in acqua? Ci avete chiesto di approfondire la realizzazione pratica di alcune dritte che vi avevano colpito nel numero di qualche mese fa, ed eccovi accontentati! I consigli di Franco Pivoli, che ricordiamo, naviga in lungo e in largo per il Mediterraneo per almeno quattro mesi all’anno a bordo di un Grand Soleil 45 del 1992, sono “lavoretti da smanaccioni”: dove spendendo poco si ottengono risultati ingegnosi. Risultati che facilitano la vita a bordo in equipaggio ridotto e che razionalizzano le manovre e i consumi. In questa prima puntata, parliamo di gennaker…

Il particolare della penna del gennaker: rotella e legature per far lavorare il grillo sui rinforzi della vela e non sulla rotella di plastica.
Il particolare della penna del gennaker: rotella e legature per far lavorare il grillo sui rinforzi della vela e non sulla rotella di plastica.

GENNAKER: CINQUE MOSSE PER RENDERLO SEMPLICE
L’argomento gennaker è stato uno di quelli che ha scatenato maggiori richieste.

1. Il sistema dei due cavi paralleli realizzati dalla Veleria Viganò è semplice, efficiente, poco costoso e soprattutto senza volume residuale: significa che quando la vela è arrotolata la si può piegare con facilità.

2. Altro punto è l’applicazione di un foam (espanso) ricavato da uno di quei salvagenti cilindrici da piscina che si mettono sotto le ascelle. Tagliandolo per il lungo si fanno delle fette che poi si incollano con del “tessuto da numero” sulla parte superiore del gennaker (infieritura), in modo che quando lo si arrotola , visto che si avvolge prima dal basso, questo ingrossamento permette di recuperare più tessuto in alto.

3. Altra finezza è la realizzazione di una sacca in rete di Pvc, costruita su misura per il pulpito, con una serie di legacci. Questa permette di riporre a prua, dopo averla arrotolata, tutta la vela senza doverla staccare dalla drizza. Un grande vantaggio: mettendola nella sacca, questa lo protegge dai raggi UV che distruggerebbero il tessuto nel giro di un mese.

4. Altro suggerimento è quello di spruzzare sulla parte inferiore del gennnaker uno spray al silicone per impedire che il tessuto si incolli su se stesso quando lo si lascia arrotolato.

5. Montare uno strozzascotte verso poppa sul cimino del frullone del gennaker è una mossa che vi aiuta ad evitare che, mentre lo ammainate, la vela si srotoli se per qualche motivo dovete interrompere la manovra. Qui l’impiombatura sul cavo di comando è fatta congiungendo solo la calza, ed eliminando l’anima per il pezzo di sovrapposizione: questo è l’unico sistema che permette di non avere rigonfiamenti nel punto di impiombatura, più complicato da spiegare che da fare!

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

3 commenti su “I consigli di Franco Pivoli per una crociera facile (e felice) / 1”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Adesso hai l’incentivo se compri un motore elettrico

  Arrivano gli incentivi per l’acquisto di un motore elettrico marino. Dopo anni di vane attese, lungaggini burocratiche e la sensazione di essere praticamente “invisibili” agli occhi del Governo in quella tanto sbandierata corsa alla “transizione ecologica”, finalmente anche per

Torna su

Registrati



Accedi