FOTO L'antivegetativa a Zanzibar funziona così

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

0133d592-a7d3-4137-961a-f4dad4f7c802
Tutte le barche hanno problemi di alghe in carena: noi li risolviamo con lunghe (e spesso costose) operazioni di stesura dell’antivegetativa, a Zanzibar sono molto, ma molto più sbrigativi.
Queste foto ci sono state mandate da un nostro collaboratore che era sul luogo. “I pescatori del luogo”, ci spiega, “sono soliti bruciare delle foglie di palma sotto lo scafo in secca. Questo tipo di vegetazione brucia velocemente, quindi finisce per scaldare lo scafo della barca (che è in legno) senza bruciarlo. Il calore secca alghe, denti di cane e affini che poi vengono raschiati via con una pala di legno”. Rapido e indolore. Certo si tratta di barchette, ma chissà che qualche azienda, un giorno o l’altro, non prenda spunto dai pescatori di Zanzibar!

IL “CARENAGGIO” ZANZIBARIANO

47a323ca-1311-463d-a5c1-4cb97a8f82c7 f73876f7-15a3-41c7-8420-d477e5e079c3 0133d592-a7d3-4137-961a-f4dad4f7c802

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “FOTO L'antivegetativa a Zanzibar funziona così”

  1. Ragazzi… sto’ articolo è almeno la terza volta che lo mettete su…..!!! Eddai investiamo un po’ più di soldi e scriviamo qualcosa di nuovo. Date un occhiata a PBO (ma non copiate).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

VIDEO Un rientro in porto da leoni

Un ingresso in porto da veri eroi per i due velisti a bordo di questo catamarano: hanno saputo aspettare il momento giusto per “surfare” grazie alle altissime onde che frangono in prossimità della costa inglese del Merseyside, a Southport. GUARDA

Nove mete dove navigare almeno una volta nella vita

Stanchi delle solite zone di navigazione? Volete provare qualcosa di diverso? Ci sono luoghi che, per gli appassionati di vela, hanno qualcosa di magico. Alcuni sanno di avventura estrema, come la Penisola Antartica, altri si rifanno alla grande tradizione Made

Registrati



Accedi