Arriva il nuovo Baltic 142 Custom con un super DSS di 9 metri

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Non solo foil. La novità del momento è il Baltic 142 Custom che monterà un Dynamic Stability System lungo ben nove metri. La barca, che sarà realizzata in carbonio (l’imbarcazione peserà “solo” 140 tonnellate), si distinguerà per essere il primo superyacht al mondo ad essere dotato di un’ala laterale di 9 metri (controllabile dal pozzeto grazie a un winch elettrico), che scorre da un lato all’altro della barca, subito sotto la linea di galleggiamento. Quando viene richiamato in barca si “ritira” sotto la cabina armatoriale. Il DSS è infatti l’alternativa al foil e fino ad oggi si è visto solo su barche da regata o molto performanti e di dimensioni assai minori: il suo scopo principale è quello di migliorare il momento raddrizzante, oltre a favorire anche una leggera spinta verso l’alto (lifting). Caratteristiche che su una barca pensata per la crociera miglioreranno in maniera sostanziale il comfort a bordo, oltre che ovviamente le prestazioni (sulla carta le velocità della barca dovrebbero crescere tra il 5 e il 20%).
Per fare un esempio pratico, è stato calcolato che con un vento intorno ai 25 nodi al traverso la barca navigherà a 25 nodi di velocità con uno sbandamento di soli 9 gradi, circa 10 gradi in meno del normale e con una velocità di circa 5 nodi superiore. 
Oltre al DSS la barca sarà dotata di chiglia retrattile (pescaggio minimo 3,8 metri), doppia pala del timone e motore ibrido alimentato da sei batterie al litio ricaricate da due generatori che possono produrre fino a 420 kw e in grado di provvedere a tutte le esigenze di bordo.
Per quanto riguarda il piano velico, firmato North Sails, il Baltic 142 sarà armato con una randa square top, due stralli a prua, uno per il Code e uno per la trinchetta. Albero e boma saranno in carbonio della Rondal. E’ presente anche un caratteristico bimini rigido che si estende su tutto il pozzetto e dotato di finestrature apribili elettricamente.
La barca è stata disegnata dallo studio Farr Design per le linee d’acqua e da Lucio Micheletti, già famoso per il suo lavoro per il cantiere Solaris, per gli interni, che presentano una lussuosa cabina armatoriale a poppa, quattro cabine per gli ospiti e un salone con una meravigliosa vista panoramica a 360 gradi sul mare.
La Baltic ha iniziato la costruzione del nuovo Baltic 142 per il quale il varo è previsto nella primavera del 2019.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lft. 43,3 m
Lung. gall. 41,6 m
Larg. 9 m
Pesc. 3,8/6,5 m
Disloc. 140 ton
Zavorra 49 ton
www.balticyachts.fi

 


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Torna su