Spirit of Portopiccolo vince la Barcolana più affollata di sempre

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

Spirit of PortoPiccolo ha vinto oggi, con il tempo di 1 ora 12 minuti e 17 secondi, la 49^ edizione della Barcolana di Trieste, la regata dei record con 2101 iscritti, che ha sancito che la Barcolana è diventata ufficialmente la regata più affollata del mondo, battendo il primato, iscritto nel Guinness dal 1984, di 2072 imbarcazioni dalla regata danese Round Zealand svoltasi il 21 giugno del 1984.

I fratelli Furio e Gabrielle Benussi bissano il successo dello scorso anno (dopo il successo conquistato un anno fa al timone di Alfa Romeo) con Maxi Jena di Mitja Kosmina sempre a netta distanza che taglia il traguardo al secondo posto. Undici i minuti di distanza al momento dell’arrivo. Al terzo 3 posto taglia Pendragon VI di Lorenzo Bodini, al quarto Freccia Rossa, al quinto AnyWave Safilens e al sesto il Mylius 76 E Vai (primo in classe crociera).

Questo l’ordine d’arrivo dei primissimi: 1. Spirit of PortoPiccolo; 2. Maxi Jena – Tempus Fugit; 3. Pendragon VI; 4. Freccia Rossa; 5. AnyWave Safilens; 6. E Vai; 7. UnipolSai; 8. Scorpio; 9. Magia Docktrine; 10. Idrusa Calvi Network; 11. Ancilla Domini; 12. Adriatic Europa; 13. Shining Umag – Imago Maxi.

SPIRIT OF PORTOPICCOLO, l’87 PIEDI CHE STAVA MARCENDO A MARSIGLIA
Spirit of Portopiccolo è un maxi di 87 piedi, quasi 27 metri, l’ex Morning Glory di Hasso Plattner. Era abbandonata da 4 anni in un capannone a Marsiglia, vicino allo Stelth che fu di Agnelli. Furio e Gabriele l’hanno ripulita, riarmata e messa a punto. È stata una crescita costante. L’hanno acquistata con un gruppo di soci, per fare regate. La barca costruita in carbonio, con chiglia basculante, è un progetto dello studio statunitense Reichel-Pugh e varato nel 2004. Un’imbarcazione Spirit of Portopiccolo, protagonista con il precedente nome e armatore, il tedesco Hasso Plattner, dei grandi appuntamenti della vela e che, tra l’altro, ha in carnet le vittorie alla Newport to Bermuda del 2004 quando stabili anche il nuovo record della regata, alla Transpac da Los Angeles a Honolulu del 2004 e, nel 2013, al Mondiale Maxi a Porto Cervo e alla Rolex Middle Sea Race.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Registrati



Accedi