LE GATTA-CARTOLINE Saluti e baci da…..la Sardegna Occidentale

Inizia, come lo scorso anno avevo fatto con la Sicilia Settentrionale e le Isole Eolie, con questa cartolina di presentazione, un viaggio” in direzione ostinata e contraria” (come diceva Fabrizio De Andrè, ma anche per l’onnipresente Maestrale), da Trapani ad Alghero lungo la costa occidentale della Sardegna e ritorno.

La parte velisticamente più impegnativa, battuta, quasi sempre, da un maestrale che obbliga spesso a soste forzate in porto ma che offre una costa più varia di quella orientale, con piccole e graziose rade, alternate a tratti di costa alta e rocciosa, lunghissime spiagge ,bellissime località come Bosa o Alghero e Carloforte, tramonti struggenti ed isole, come San Pietro e Sant’Antioco o il Mal di Ventre, tra le quali, navigando, è possibile perdercisi. 42 giorni di navigazione da Trapani a Trapani, via Alghero, non si possono certo raccontare dettagliatamente, altrimenti sarebbe un diario di bordo, con annessi e connessi, quindi, con la redazione, abbiamo pensato a 15 cartoline che potessero dare un’idea di ciò che potreste trovare durante un’ipotetica, ma neppure tanto, vacanza di due settimane lungo questa bellissima e selvaggia costa. Come vedrete, ho cercato, alcune volte essendo magari un po’ prolisso, di metterci un po’ di tutto.

Saranno flash, cartoline ricordo sulle quali appuntare, oltre ai classici”saluti e baci”, notizie utili, rotte, vento, luoghi da non perdere, rade o Marina più o “meno” validi, periodi nei quali è meglio andare o “non” andare, insomma il bello ed il “brutto” di questo tratto di costa. Ovviamente sono constatazioni e pareri strettamente personali, quindi fatene l’uso che volete.

Ormai, in un’epoca di sms, mms, social e quant’altro, è bello tornare, come si faceva una volta (molti fra i “giovani”lettori del GdV forse non l’ avranno nemmeno mai fatto) a scriverci cartoline dalle località che ci sono piaciute, descrivendo con generosità (una volta anche il valore del bollo sulla cartolina variava a seconda di quante righe scrivevamo) senza paura di dover pagare un bollo troppo caro.

Sono 15 cartoline spedite (non con Poste Italiane e quindi con la certezza che saranno ricevute) ad ipotetici (ma neanche poi tanto) amici velisti (Voi, lettori del GdV) ai quali raccontare dove mi piacerebbe che andaste (ovviamente a vela) durante le vostre prossime veleggiate….15 località, alcune famose, altre meno, ma che hanno tutte lasciato nel cuore di chi scrive un ricordo che è bello condividere con gli amici……

……e come scriveva Seneca

Nullius boni sine socio jucunda possessio est (Nessuna cosa è bella da possedere se non si hanno amici con cui condividerla)

Buon viaggio e buon vento a tutti gli amici del GdV

Testo e foto di Adriano Gatta

Adriano Gatta, bresciano DOC, classe 1956, free-rider, alpinista, ex nazionale di judo, appassionato di fotografia (sono sue le foto che corredano il racconto), collabora da tempo con il Giornale della Vela. 


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su