Mondiale J/70: le polemiche (ora) stanno a zero, le barche a 170

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Il Maestrale fischia tra le sartie dei 173 J/70, in rappresentanza di 22 nazioni, ormeggiati sui pontili dello Yacht Club Costa Smeralda in attesa del via ufficiale del mondiale 2017 con un numero di iscritti che rappresenta un record storico nell’era dei monotipi. Uno spettacolo che non si era visto neanche ai tempi del glorioso J24. Le polemiche della vigilia, con l’esclusione di sette barche dall’entry list per motivi di stazza legati a difformità sulle chiglie (GBR 261, ITA 570, ITA 922, ITA 949, ITA 1269, ITA 1088, RUS 667), sono ormai alle spalle e adesso è tempo di regatare. QUI il comunicato ufficiale della classe italiana con la dura e chiara presa di posizione, necessario e indispensabile per sgombrare il cielo dalle nuvole che avrebbero ingrigito uno degli eventi più attesi della stagione. Immaginate una regata con 170 barche in acqua a giocarsela con distacchi di pochi metri, questo sarà il mondiale J/70 e queste sono le regate in monotipia.

In acqua alcuni dei più importanti specialisti di monotipi a livello internazionale: John Kostecki, Vasco Vascotto, l’oro olimpico Jonathan McKee, il neo campione del mondo Nacra 17 Ben Saxton, solo per citare alcuni nomi. Le italiane rappresentano poco meno di un terzo della flotta e tra gli equipaggi di punta va annoverato sicuramente il Petite Terrible di Claudia Rossi, campionessa europea 2017 nelle acque di Kiel. In acqua anche il padre Alberto con a bordo Vasco Vascotto nel doppio ruolo di randa e tattica.

Non semplici le condizioni meteo in questa prima giornata con il Maestrale che non accenna a diminuire in maniera sensibile: il Comitato di Regata presieduto dallo statunitense Mark Foster avrà il suo bel da fare per trovare una finestra utile per dare il via alle prove ufficiali. Dopo una fase di selezione le barche verranno divise nella flotta Gold e Silver, la prima in lotta per il mondiale. In palio anche l’ambito titolo Corinthian riservato ai non professionisti.

Classifiche e iscritti QUI


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

paralimpiadi

Se sei un velista disabile puoi scordarti le Olimpiadi

Fumata nera. Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha respinto la richiesta, presentata da World Sailing (la Federvela mondiale), di riammettere la vela come disciplina ai giochi Paralimpici di Los Angeles 2028. La vela ancora esclusa dalle paralimpiadi 2028 Già esclusi

Torna su