developed and seo specialist Franco Danese

Palermo-Montecarlo: Lucky va in fuga, Casiraghi le “prende”, ma occhio ai piccoli

A-B. Arridatoio? Barbotin? In ordine alfabetico 5 parole nautiche da sapere
23 agosto 2017
Il Moro di Venezia, l’unica barca italiana ad aver vinto una regata nella finale di Coppa
23 agosto 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Maestrale, vento, bolina, bolina, bolina e poi bonaccia, tanta bonaccia. Una barca disalberata (Juno Plano), la favorita Buena Vista del Circolo della Vela Sicilia che si ritira dopo 24 ore per un’avaria alla randa e scelte tattiche non banali: il menù delle prime 48 ore della Palermo-Montecarlo ha offerto un po’ di tutto.

La notizia è che Lucky, il mini maxi americano, è ufficialmente in fuga dopo avere vinto la battaglia tirrenica contro l’IMOCA 60 Malizia di Ermann-Casiraghi. Lucky è stata la prima barca a passare le bocche e adesso naviga all’altezza di Ajaccio in un buon regime di ovest che gli consente di fare rotta diretta su Montecarlo, arrivo possibile entro le prossime 18 ore. In tempo reale segue, staccata, malizia II.

In tempo compensato da tenere d’occhio il gruppo delle piccole che si sta molto lentamente avvicinando al passaggio delle Bocche, guidato dal Grand Soleil 40 Renoir di Mario Pellegrini e dal J133 Jvaro di Yves Grosejean, seguiti a poche miglia dal Roodman 42 Cheyenne di Tommaso Oriani, su quest’ultima barca a bordo il Giornale della Vela.

IL GIORNALE DELLA VELA A BORDO DEL ROODMAN 42 CHEYENNE

SEGUI IL TRACKING

1 Comment

  1. franco ha detto:

    Casiraghi non è a bordo (da notizia di Emilio Martinelli della Gazzetta dello Sport)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi