developed and seo specialist Franco Danese

Palermo-Montecarlo: partiti! Subito bolina col Maestrale, prime miglia nel segno di Malizia

TAG Heuer VELA Cup Trofeo Mario Formenton. Che spettacolo di sole e mare!
21 agosto 2017
E tu? Di che tipo di armo sei?
22 agosto 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Partiti! Le 44 barche della Palermo-Montecarlo hanno tagliato la linea di partenza nel Golfo di Mondello per affrontare le 437 miglia che dalla Sicilia, passando dal cancello di Porto Cervo, le condurranno fino al Principato di Monaco. Previsto un nordovest di media intensità per le prima 24-36 ore, che poi andrà in rotazione verso nord-nordest diminuendo notevolmente d’intensità. A guidare subito le danze l’IMOCA 60 Malizia II con Pierre Casiraghi e Boris Hermanna, e il mini-maxi americano Lucky.

Una flotta di grande qualità quella di quest’edizione, che vede tra le barche più competitive Malizia II, l’IMOCA 60 con foil di Pierre Casiraghi e Boris Hermann, che difende i colori dello Yacht Club de Monaco. Malizia è la barca che ha partecipato, con skipper Sebastien Josse, al Vendée Globe 2017, ritirandosi per un’avaria alle appendici poco prima dell’Australia e, con Boris Herrmann, è tra i pre-iscritto al Globe 2020. Per l’IMOCA 60 che difende i colori dello Yacht Club Monaco è stata una vera corsa contro il tempo: terminato il fastnet Malizia ha dovuto affrontare un trasferimento da Plymouth di oltre 2000 miglia e, rallentata dai venti leggeri, è giunta in Sicilia solo poche ore prima della partenza, appena in tempo per essere sullo start.

A dar battaglia a Malizia II, soprattutto per la vittoria in tempo reale, sarà soprattutto Lucky (Raichel-Puig 63′) dell’armatore americano Bryon Ehrhart, (in gara per il New York Yacht Club), che ha nel suo palmares la vittoria della Sydney Hobart 2011 (allora la barca si chiamava LOKI) e della Transatlantic Race del 2015. Tra gli scafi più grandi c’è da sottolineare anche la presenza del nuovissimo Grand Soleil 58 Leaps&Bounds, portato dell’esperto e plurititolato skipper Paolo Semeraro. Interessante anche la presenza di ben 5 Class 950, i piccoli open dai tratti oceanici che si daranno battaglia in tempo reale. Il Giornale della Vela sarà presente a bordo del Roodman 42 Cheyenne di Tommaso Oriani.

Il club organizzatore, il Circolo della Vela Sicilia, schiererà come da tradizioni il suo equipaggio, per l’occasione a bordo del Buena Vista, Maxi di 62′ di proprietà dei fratelli baresi Gigi e Beppe Pannarale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi