Courageous, una barca di “rottura”: ecco la lega d’alluminio!

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Vi stiamo presentando, in ordine di tempo, quelle che secondo noi sono le 30 barche mitiche della storia della vela. Hanno fatto imprese, riuscite e non, hanno segnato la storia dello yachting moderno, hanno stupito perché hanno osato anticipare i tempi. Non le troverete mai esposte in un museo reale, noi ve le mostriamo, vi raccontiamo le loro incredibili storie e vi invitiamo a votare online la vostra preferita.

VOTA LA TUA PREFERITA QUI!

Courageous è una delle barche simbolo delle cosiddette classi metriche in Coppa America. Vinse la Coppa due volte, nel ’74 contro Southern Cross  (skipper Ted Hood, timoniere di partenza un “certo” Dennis Conner) e nel ’77 contro Australia di Aland Bond (skipper Ted Turner). Lunghezza 19,94 m.

Progettata da Olin Stephens con David Pedrick, rappresenta una barca di “rottura” perché è il primo 12 m S.I. costruito in lega di alluminio: due tonnellate in meno di peso sullo scafo! Inoltre fu pionieristica anche per quanto riguardava l’elettronica di bordo: per la prima volta furono installati computer per analizzare la regolazione delle vele…

SCOPRI LE 30 BARCHE DEL MUSEO VIRTUALE

TUTTE LE NEWS E LE CURIOSITA’ DELLE MITICHE 30 BARCHE

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Torna su