developed and seo specialist Franco Danese

Ordinate, paratie ed osteriggi: cosa saranno mai? Nuova puntata della nostra rubrica

Sayula, così dei messicani dilettanti entrarono nella storia della vela
18 agosto 2017
VELA Cup Trofeo Formenton. 24 ore al via. Domani parte la grande festa
19 agosto 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Le parti della barca a volte hanno nomi strani, dagli ombrinali agli osteriggi, passando per paratie e ordinate, andiamo a vedere il significato di questi nomi e scopriamo alcune componenti cruciali della barca.

Ombrinàle: Canale di scolo usato per scaricare fuori bordo le acque piovane e le ondate che si ri- versano sui ponti; in partic., negli scafi in legno, il tubo stesso termina in un’apertura della murata o del fasciame esterno al di sopra della linea di galleggiamento; anche, apertura praticata sul fondo di un pozzetto autosvuotante, collegato con un condotto a un foro munito di valvola praticato nello scafo.

Ordinata: Ciascuna delle sezioni trasversali della carena di una nave; la maggiore è detta or- dinata maestra. 2. Ciascuna delle ossature trasversali della chi- glia che offrono alloggio al fasciame esterno dello scafo.

Osterìggio: Copertura costituita da armatura a vetrata o da lamiere con portellini invetriati; per lo più è formata da un telaio con coperchio a due spioventi che si possono tenere sollevati per l’aerazione; nelle moderne im- barcazioni da diporto, il telaio, che si apre sulla coperta per dare aria e luce ai locali sottostanti, è reso stagno per mezzo di guar- nizioni di gomma ed è fissato allo scafo con cerniere; la coper- tura è di vetro o di altro materiale trasparente e può essere ret- tangolare, quadrata, a cupola o a prisma.

Paratìa: Parete che separa trasversalmente o longitudinalmente settori e locali all’interno di un’imbarcazione. In partic., nelle moderne navi in ferro, ciascuna delle pareti metalliche a tenuta d’acqua, rinforzate da montanti e traverse (paratie stagne), che dividono l’interno dello scafo in più compartimenti isolabili, in modo che questi possano esse- re invasi dall’acqua senza che sia compromessa la sicurezza del- la nave (e quella prodiera si dice paratia di collisione, mentre quella di poppa è detta paratia del premistoppa).

PER SAPERNE DI PIU’ CLICCA QUI

2 Comments

  1. continua la sagra degli errori (ed orrori)!
    Ordinate: i termini “carena” e “chiglia” vanno sicuramente sostituiti con “SCAFO”, MA LA SECONDA definizione è assolutamente errata perchè le ossature trasversali su cui si poggia il fasciame si chiamano “QUINTI”.
    Si possono avere i disegni delle ordinate di una chiglia nelle tre dimensioni (orizzontale,verticale e trasversale cioè le sue ordinate) quando si seziona la chiglia stessa per avere in dettaglio lo sviluppo del suo profilo idrodinamico (detto “piano di deriva”) come i profili NACA.

  2. Andrea Bonfatti ha detto:

    Se ci mettiamo 1€ a testa ci liberiamo per sempre della pubblicità dei rimedi per l’alluce valgo, che ne dite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi