developed and seo specialist Franco Danese

Vento, dimmi come ti chiami e saprò che caratteristiche hai

Surprise: una barca che passò dal mito alla tragedia
17 agosto 2017
Sayula, così dei messicani dilettanti entrarono nella storia della vela
18 agosto 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Ogni vento ha un suo nome e le sue caratteristiche che da zona a zona possono anche cambiare. Andiamo a conoscere meglio la famosa rosa dei venti, continuando il nostro super ripasso estivo di termini nautici e nozioni marinare.

Libeccio: Vento da Ovest – Sud Ovest prevalente nel mar Tirreno. Durante l’estate spira come brezza, ma a fine estate e d’inverno può diventare violento, alzando mare molto agitato. Nell’Italia meridionale porta forte calore.

Maestrale: Nome generico di venti da Nord Ovest, quasi sempre a regime di brezza o moderato. Porta bel tempo e freddo.

Marin: Vento caldo e umido della costa francese che spira da Sud – Sud Est. Può spirare con forte intensità. Spesso porta pioggia quando spira più forte. A regime di brezza invece porta bel tempo.

Mistral: Vento forte e freddo che spira tra Nord Est e Nord Ovest nel Mediterraneo centro occidentale, in particolare lungo la costa sud della Francia. Ma quando spira con grande intensità influenza anche Corsica e Sardegna occidentale, arrivando sino all’Africa.

Scirocco: Vento caldo meridionale con prevalenza da Sud Est proveniente dall’Africa che in Italia diventa molto umido. In Francia equivale al vento denominato Marin. Può soffiare forte, soprattutto a marzo e a novembre.

Tramontana: Vento freddo che arriva da Nord – Nord Est, soffia soprattutto sulle coste italiane del nord e ovest, Corsica, Baleari. In Inverno può spirare con violenza.

Vardac: Vento che spira generalmente in inverno da Nord – Ovest nell’Egeo settentrionale – Golfo di Salonicco. Ha caratteristiche simili alla Bora e al Mistral.

1 Comment

  1. Garri ha detto:

    Per aggiungere qualche cosa: Nelle coste Italiane del Nord Est la Tramontana viene chiamata Bora che può essere bianca o nera a seconda il tempo che porta il Libeccio viene chiamato Garbino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi