Caterina Banti, dalla lite con “Rufo” all’oro con Tita: il Nacra italiano sul tetto d’Europa

A inizio anno era finita al centro di una brutta polemica per avere “tradito” il suo vecchio timoniere, Lorenzo “Rufo” Bressani, cambiando equipaggio, oggi la ritroviamo sul tetto d’Europa con Ruggero Tita (che arriva dai 49er) nella classe mista Nacra 17 foil: in meno di sei mesi la prodiera Caterina Banti è passata dal centro del ciclone a una medaglia d’oro. E va bene così, perché l’Italia oggi con questi due ragazzi porta a casa una medaglia pesante, di quelle che contano, in quella che sarà la prima vera disciplina foil alla prossima olimpiade di Tokyo. Era importante iniziare il quadriennio nel modo giusto e la coppia italiana nelle acque di Kiel ha dimostrato di essere già ben rodata, un passo avanti agli altri.

Il parziale dei due atleti italiani è di altissimo livello: 2-5-2-4-2-4-9-1-6-4-12-2-6-6-8, l’oro è vinto davanti agli spagnoli Echavarri-Pacheco e agli inglesi Saxton-Dabson. Ovvio, il livello di inizio quadriennio, soprattutto su una classe che ha introdotto una grossa novità come i foil, è ben lontano da quello che vedremo all’olimpiadi e Tita-Banti dovranno crescere molto per restare competitivi, ma partire un passo avanti agli altri è comunque meglio che inseguire. A proposito, Vittorio Bissaro è sceso in acqua per la prima volta in un appuntamento ufficiale con la nuova prodiera Maelle Frascari, dopo il saluto con Silvia Sicouri, centrando il decimo posto generale. Non sono le posizioni a cui è abituato Vittorio ma Bissaro comunque c’è, è nei 10, e ha quattro anni davanti per trovare la giusta alchimia con la Frascari e tornare vincente.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DI REGATE E SPORT


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

paralimpiadi

Se sei un velista disabile puoi scordarti le Olimpiadi

Fumata nera. Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha respinto la richiesta, presentata da World Sailing (la Federvela mondiale), di riammettere la vela come disciplina ai giochi Paralimpici di Los Angeles 2028. La vela ancora esclusa dalle paralimpiadi 2028 Già esclusi

Torna su