developed and seo specialist Franco Danese

Coppa America: Oracle crede nella disperata rimonta e intanto Vincenzo Onorato…

“Prologo a chi?”: ecco perché questo Italiano d’Altura è una figata (TUTTE LE CLASSIFICHE)
23 giugno 2017
Campionato Italiano Altura: Mummy One ed Altair 3 conquistano lo scudetto
24 giugno 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Il tempo delle chiacchiere è finito. Oggi, finalmente, sapremo. Sapremo se Oracle Team USA ha avuto la capacità in cinque giorni di ribaltare, o avvicinare, le performance del suo AC 50 divenendo competitivo. Sapremo se Team New Zealand è abbastanza grande da resistere ai tentativi di rimonta del defender.

Nel Great Sound sono previste condizioni analoghe al primo weekend di regata, 9-12 nodi, situazione che  Grant Dalton ha defitino di “Grande confidenza” per le caratteristiche della barca kiwi. LEGGI QUI TUTTI I SEGRETI DI TEAM NEW ZEALAND.

Per Oracle è giunto il momento delle regate senza un domani. O vince da subito, dimostrandosi veloce, o il match è chiuso e tra domani, o al massimo lunedì, la coppa staccherà un biglietto per Auckland. Tom Slingsby, tattico di Oracle, ha dichiarato che sono riusciti a rendere la barca più veloce, vedremo di quanto. Il programma prevede due regate oggi, doppio match anche domani, con la serie che potrà proseguire in caso di necessità fino a martedì 27 giugno, ultimo giorno di questa America’s Cup.

Che regate dobbiamo aspettarci? Spithill (LEGGI QUI IL CONFRONTO TRA I DUE TIMONIERI) Proverà il tutto e per tutto in partenza. Se Oracle è migliorata, difficilmente però può avere colmato tutto il gap di velocità che la separava dai neozelandesi, ed ecco che lo start diventa fondamentale al fine di cercare poi il match race puro per tenere alle spalle i kiwi. James Spithill proverà ad attaccare subito, cercando di infliggere una penalità a Team New Zealand già nel prestart. La tattica kiwi da questo punto di vista potrebbe essere molto semplice: lasciare sfogare Spithill in partenza cercando di disinnescarlo e rimanere incollati nel traverso iniziale per andare all’attacco alla prima poppa e nella successiva bolina.

Intanto dalla pagina facebook di Mascalzone Latino arriva un messaggio inatteso, quello di Vincenzo Onorato, diretto al grande capo di Team New Zealand Grant Dalton: 

Voglio mandare un messaggio chiaro a Grant Dalton: se i neozelandesi vincono la Coppa America e se hanno il coraggio di tornare ai monoscafi, con una classe a box rule come Tp60 o Tp65, Mascalzone Latino partecipa di sicuro alla prossima Coppa America in Nuova Zelanda. I catamarani con cui si regata adesso mi fanno schifo. Ma si è mai vista una barca a vela senza una scotta? Un timoniere con in mano un volante d’automobile pieno di pulsanti? In barca con me ci sono anche ragazzi giovani, quindi non nascondo che la mia opinione sia una questione generazionale, ma una cosa è indiscutibile: si è persa la marineria, il gusto delle regate con le barche vicine, su un mare con le onde”.

La diretta delle regate, dalle ore 19 italiane, sarà trasmessa da Mediaset Premium o sull’app ACC +, o in alternativa circolano sul web diversi siti che la trasmettono in diretta streaming. Sulla pagina facebook del Giornale della Vela dalle 19 aggiornamenti in tempo reale con commenti e cronaca della regata.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DEL GIORNALE DELLA COPPA

1 Comment

  1. Luigi ha detto:

    Mi chiedo perché non date qualche link per vedere diretta via web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fai il bordo giusto, iscriviti!

La newsletter più completa per il mondo della vela