developed and seo specialist Franco Danese

FOTOGALLERY Sorge il sole e tramonta il vento sulla Giraglia: bonaccia canaglia!

Dieci chilometri di cime made in Italy per vincere la Coppa America
15 giugno 2017
Il tempo stringe! Avete ancora pochi giorni per vincere due crociere!
15 giugno 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!


Sorge il sole e tramonta il vento sulla Giraglia Rolex Cup.
La bonaccia, come da previsione, regna sovrana. Sarà un’edizione veramente da soffrire, come testimoniano le foto di questa mattina all’alba di Kurt Arrigo. Niente foto sceniche di doppiaggi della Giraglia, ma i maxi che ciondolano in una mollana quasi totale, eppure non priva di poesia.

L’ALBA SULLA GIRAGLIA – FOTO KURT ARRIGO / ROLEX

COSA STA SUCCEDENDO
Al momento in cui scriviamo (11 di mattina) sono solo otto le barche che hanno doppiato lo scoglio della Giraglia. Il resto della flotta (oltre 200 barche) sta ciondolando nel Mar di Corsica. Al comando Caol Ila, Maxi 72 di Alexander Schaerer assoluto protagonista anche delle costiere. A lui mancano 70 miglia a Genova.

Segue poi l’altro Maxi 72 Momo, mentre in terza posizione naviga forte il Davisdon 70 Pendragon di Nicola Paoleschi, fresco vincitore delle line honours alla 151 Miglia, tallonato dal VOR 70 SFS II di Lionel Pean e il TP52 Freccia Rossa di Vadim Yakimenko. Seguono Atalanta II, il Farr 70 di Carlo Puri Negri e il Botin 65 Caro della Roccomare LTD.

Per adesso è impossibile fare previsioni su chi vincerà in tempo compensato, ma ci sono diversi candidati. Stanno facendo una buona regata Scricca, Comet 38 S di Leonardo Servi, Lisa, X-41 di Giovanni Di Vincenzo, Aurora, Canard 41 della coppia Bonomo-Bruno.

SEGUI IN DIRETTA IL TRACKING

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI REGATE & SPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi