developed and seo specialist Franco Danese

Sarà una finale Oracle-Team New Zealand? Tre match point per i kiwi

Un’estate sicura in ogni rada: pochi consigli per una notte da sogno
11 giugno 2017
Brindisi-Corfù: Alizee la fa sua, ma che spettacolo con 114 barche
12 giugno 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

E’ vero che in Coppa America non si può mai dire, ma ormai possiamo provare a sbilanciarci. Pronostici rispettati, Team New Zealand andrà a sfidare (secondo noi) Oracle Team USA. Per adesso la finale sfidanti tra Artemis e i kiwi è sul punteggio di 4-2 per quest’ultimi, che ieri hanno iniziato male perdendo la prima gara e consentendo agli svedesi di pareggiare. Nel secondo match hanno dimostrato la propria superiorità e nel terzo, il più al “cardiopalma” della giornata, con i neozelandesi, che pur in vantaggio, hanno sbagliato la lay line finale e sono riusciti a spuntarla per soli 2 secondi.

La stellina kiwi Peter Burling sembra mancare di un po’ di cattiveria in alcune situazioni ma di contro dimostra un controllo impressionante in manovra. Nathan Outteridge sembra meno a suo agio nella conduzione dell’AC50, ma ha a suo fianco un Ian Percy ispiratissimo e in grande crescita. In vista della giornata finale non mancano quindi gli spunti di grande interesse, anche se la palla ormai sembra in mano ai neozelandesi.

Da stasera, ogni regata sarà match-point per Peter Burling e soci. Noi ci sbilanciamo (forse saremo anche un po’ di parte, con Max Sirena a far da manager ai kiwi), e pensiamo che Coutts e Spithill se la dovranno vedere con i loro più acerrimi avversari. E sarà sfida vera.

IL RIASSUNTO
Dopo la prima serie di Qualifiers (alle quali ha partecipato anche Oracle Team USA), terminate con l’eliminazione di Groupama Team France, sono andate in scena le semifinali (con gli americani che stanno a guardare): Team New Zealand, avendo chiuso al secondo posto i Qualifiers dietro a Oracle e al primo tra gli sfidanti, ha conquistato il diritto a scegliersi l’avversario, individuato in Ben Ainslie, giudicato forse l’anello più debole. Infatti ha avuto vita facile nonostante una scuffia nella seconda giornata di regate, chiudendo sul 5-2. Nell’altra semifinale Team Artemis ha battuto Team Japan 5-3. ETNZL e Artemis si stanno sfidando nella “finalona” e i kiwi conducono per 4-2. Il vincente sfiderà il defender Oracle a partire dal 17 giugno.

TUTTE LE NEWS DE “IL GIORNALE DELLA COPPA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi