developed and seo specialist Franco Danese

Vi sveliamo come pianificare una crociera al meglio sfruttando il meteo 2.0

coppa
Coppa: torna a casa, Baronetto! I kiwi eliminano Land Rover BAR e volano in finale
9 giugno 2017
Anche Hanse cede al fascino dei catamarani e compra Privilege Marine
9 giugno 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

crociera
Come pianificare la crociera estiva utilizzando le ultime tecnologie?
Insieme a Riccardo Ravagnan, Meteo Forecast & Services Manager di Meteomed, ci siamo immaginati di partire dalle coste toscane per andare prima all’Elba e poi verso la Corsica. “Innanzi tutto”, esordisce Ravagnan, “dobbiamo specificare che non si può pianificare una crociera sulla base delle condizioni meteo marine con troppo anticipo. La realtà è che possiamo leggere delle stime fornite dall’analisi dei modelli ma la vera previsione ha validità se fatta nell’immediata prossimità della partenza.

Con l’aumentare della distanza temporale della previsione, aumenta anche la possibilità di errore di elaborazione e stima dei modelli fisico-matematici: l’attendibilità della previsione stessa dunque cala. Questo trend non è lineare ma varia in funzione del contesto meteo-climatico del momento: ad esempio in condizioni di solido e vasto anticiclone africano, la previsione può avere una buona attendibilità anche a 4-5 giorni, per contro in un contesto di instabilità temporalesca, l’attendibilità della previsione si abbassa già entro le 36 ore. In questo caso il consiglio è quello di seguire costantemente tutti gli aggiornamenti, in quanto potrebbero esserci modifiche previsionali sostanziali anche nel breve termine, soprattutto nel sistema delicato di interazione mare-atmosfera. Lo strumento ideale per gestire la navigazione è la Meteorotta e possiamo costruirla attraverso due modalità:

IL PLOTTER CARTOGRAFICO

La prima è utilizzando il plotter cartografico disponibile all’indirizzo https://www.meteomed.it/premium-meteorotte-cartografiche.php

crociera
Si fa lo zoom per individuare la zona di interesse e con il click del mouse si inseriscono i waypoint che permettono al sistema di generare la meteorotta. Cliccando vicino alla costa il sistema riconoscerà immediatamente se ci sono porti nelle vicinanze e mi chiederà se voglio partire da uno di quelli o dalle coordinate che si riferiscono al punto in cui ho cliccato.

crociera

Una volta costruita la rotta che mi interessa procederò con il salvarla e potrò consultare le previsioni lungo la rotta.

crociera

In questo caso abbiamo generato una meteorotta continua, mentre se vogliamo fare una sosta di più giorni all’Isola d’Elba dovremo andare a costruire due meteorotte differenti per poter definire il giorno di partenza da Piombino, ad esempio, ed il giorno in cui intendiamo ripartire da Porto Ferraio dove siamo arrivati nell’esempio riportato in figura.

Le previsioni lungo la rotta sono consultabili in formato cartografico e sinottico, quest’ultimo è anche scaricabile in formato pdf ed è eventualmente possibile anche l’invio diretto alla propria mail o a quella di un indirizzo che andremo ad inserire.

Con questo strumento si riusciranno ad analizzare nel dettaglio le condizioni meteo marine che si incontreranno durante la navigazione e quindi prepararsi correttamente sia per quanto riguarda le regolazioni e l’equipaggiamento di bordo sia l’aspetto mentale dell’equipaggio.

IL SISTEMA PORTO – PORTO

La seconda modalità di costruzione di una meteorotta è attraverso il sistema Porto – Porto, conoscendo già le marine presso le quali vorremmo partire ed arrivare possiamo individuarle dal nostro database e generare la meteorotta senza il bisogno del plotter cartografico. Le modalità di consultazione poi sono le medesime del primo sistema”.

 

 

LA LETTURA DELLE CARTE SINOTTICHE

Dato che sono a disposizione le carte sinottiche, come andranno lette, fino a quando in termini di futuro le potrò ritenere affidabili e che conclusioni si possono trarre? “Il nostro sistema di meteorotte è costruito in maniera tale che si possa scegliere un arco temporale massimo di 8 giorni per assicurare una sufficiente attendibilità del dato.

Nella consultazione sinottica è possibile leggere a scadenza oraria, la posizione in cui ci si trova alla velocità di crociera stabilita. Inoltre sono presenti le informazioni di vento e onda sia reali sia con riferimento all’incidenza sull’imbarcazione rispetto la direzione di navigazione. In questa maniera potremmo facilmente immaginare come l’onda infrangerà sullo scafo e che tipo di navigazione dovremo condurre. Per chi soffre il mal di mare, ad esempio, può essere uno strumento molto interessante, oltre che per il conducente, perché saprà con anticipo se la navigazione potrà dare effetti indesiderati e quindi prendere precauzioni o se riuscirà a godersi il mare senza preoccupazioni.

E’ uno strumento molto versatile sostanzialmente, utile sia per gli aspetti legati alla sicurezza nella navigazione e quindi nella programmazione corretta della rotta e sia per il comfort a bordo.

Alla tabella sinottica consigliamo sempre di alternare la consultazione cartografica in maniera da valutare anche le condizioni meteo marine previste per le aree attorno a dove intendiamo navigare. La georeferenziazione della rotta è corretta ma la sovrapposizione delle mappe previsionali può verificarsi non perfettamente coerente con la realtà rilevata nel punto in cui ci si trova perciò è importante leggere cos’è previsto attorno per capire come immaginare riposizionata la previsione.

Possiamo ad esempio trovarci in un’area di tempo stabile, ma a distanza anche di 100km transitare una perturbazione o fronte temporalesco, associato a rinforzo dei venti e aumento del moto ondoso. Non è escluso che alcune raffiche possano giungere anche noi per non parlare dell’onda lunga, la quale potrebbe sorprenderci giungendo comunque da una lontana area soggetta a vento forte. Un caso che sovente si presenta è quando siamo in presenza di sostenuti venti occidentali sulle Bocche di Bonifacio, con generazione di onde lunghe che si aprono a ventaglio sul Tirreno centrale, raggiungendo anche le coste del Lazio dove il tempo invece risulta stabile e con assenza di vento”.

 

SCOPRI TUTTE LE NEWS DI TECNICA & ACCESSORI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi