developed and seo specialist Franco Danese

Cosa è per voi una vacanza in barca? Ditecelo e vincete due crociere!

Team New Zealand non muore mai: il gufo Coutts si rassegni
8 giugno 2017
X Yachts rifà il look alla sua gamma Performance. Cosa ne pensate?
8 giugno 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!


Continuano ad arrivare copiose le vostre risposte nell’ambito dell’iniziativa “Indovina dove andare in vacanza con Globe Sailor. Vinci una crociera in barca!”,
lanciata assieme a Globe Sailor (in collaborazione con Sailitalia).

In tantissimi state risolvendo il quiz (mettendo nella corretta sequenza le nazioni dei luoghi ritratti nelle foto), e ci state raccontando al meglio che cosa sia per voi una vacanza in barca.

AVETE TEMPO FINO AL 21 GIUGNO!

Avete fino alle ore 12 del 21 giugno per partecipare! Cliccando sul bottone qui sotto potrete partecipare al QUIZ e compilare il form dedicato!

[bigbutton-blu text=”CLICCA, RISPONDI AL QUIZ E VINCI DUE CROCIERE!” title=”Download plugin” url=”http://www.giornaledellavela.com/news/indovina-dove-andare-in-vacanza-con-globe-sailor-vinci-una-crociera-in-barca/”]

Ricordandovi che pubblicheremo le più belle sia sul web che nei prossimi numeri del Giornale della Vela, ecco un’altra selezione di vostre definizioni di vacanza in barca (qui il link alla prima selezione).

“PER ME UNA VACANZA IN BARCA E’”…

“…avventura”.
Mario Chiostri

“…la possibilità di salpare lasciandomi alle spalle la terra ferma, dove stress frenesia e disordini caratterizzano ultimamente la scena di questo mondo, e fare rotta a gonfie Vele verso il tutto, dove armonia libertà e rispetto colorano l’orizzonte della vita”.
Silvestro Tirendi

“…relax, vento, profumi, libertà”.
Roberto Marena

“…il preludio alla partenza per il giro del mondo”.
Massimo Corti

“…rapporto con la natura. Grande occasione per entrare in contatto con se stessi. Rigenerazione. Felicità”.
Sabina Morelli

“…un momento di intimità, con se stessi, con i compagni d’avventura, con la natura. Nella semplicità dei gesti, nell’equilibrio del momento, mi concentro finalmente sul presente, su quello che sto vivendo, e tutto mi è chiaro. Quest’attimo che fugge, sembra per un istante, fermarsi”.
Luca Ricci

“…libertà: ‘solo sul mare si è davvero liberi’ (O. Neill)”.
Lidia Colombo

“…la felicità di stare finalmente in vacanza con la famiglia, la mia compagna conosciuta sulla banchina del porto e il nostro piccolo di 3 anni. Tutto ciò dopo 15 al comando di imbarcazioni prima a motore, poi a vela a vivere le vacanze di ricchi armatori privati”.
Ivan Ghidoni

“…uno stile di vita!”.
Elisabetta Mignoni

“…una novità da provare!!!”
Maria Angela Molinari

“…rispetto, verità (il mare non mente mai, è quello che è e sarà quello che sarà), coscienza dei propri limiti, conoscenza”.
Luca Magni

“…un momento che aspetto per tutto l’anno”.
Maurizio Cristofolini

“…un viaggio reale, distante dal virtuale”.
Antonello Dentoni

“…la soluzione a tutto. La vacanza in barca che sia di un giorno una settimana o un mese disintossica e purifica.
Una mattina mi sono svegliato in rada a saleccia ed ero in pace col mondo e con me stesso”.
Pierpaolo Muratori

“…scivolare, veloci, silenziosi, storditi da eccesso di O2,
spazi indefinibili, blu senza contorno, sguardo che si perde, territorio mutevole che si rivela,
culla inarrestabile secondo gli umori del mare,
luce di tutto lo spettro di lunghezze d’onda, filtrata, violenta, accecante, mancante,
vele tronfie, nervose, urlanti, grondanti, meste, riposte,
tempo dilatato, scomposto da reinventare, solitudine agognata … recuperata”.
Cristina Moscatelli

“…Gli occhi così pieni di sole che nemmeno le lenti polarizzate bastano, l’aglio e olio che bascula al ritmo delle onde il vino bianco freddo la sera con le chiacchiere e le stelle… l’odore del gasolio giù nel caldo asfissiante del motore il sale che dopo il bagno devi docciare via, peccato, perché tanto sono diventata così un’unica cosa col mare che lo lascerei volentieri addosso per sentirlo grattare sotto la maglietta…
I crackers per chi ha il maldimare e i bambini a prua coi piedi giú che si lasciano spruzzare dalle onde… uuuuh i delfini i delfiniiii!!! Sbrigati sbrigati fai la foto!!!
E poi, glug glug il mare che ti culla e la tua cabina è il posto più bello de mondo dove sognare in pace con l’universo…”
Elisa Pieri

“…significa vacanza in barca a vela, e la vacanza in barca a vela non è altro che una fuga dalle montagne di cemento che mi avvolgono ventiquattro ore su ventiquattro durante gran parte dell’anno. Andare in vela significa immergersi negli elementi e convivere con loro, farsi largo nell’acqua del mare e chiedere aiuto al vento cercando di capire quando è dell’umore giusto di soddisfarci.

Quando poi una giornata di navigazione finisce non c’è niente di meglio di ancorarsi in una rada poco frequentata ad ammirare l’incantevole paesaggio sorseggiando un bicchiere di vino. Lì, dove centinaia di personaggi storici avranno sicuramente fatto quello che sto facendo io, aspetto la notte per sdraiarmi sulla tuga e osservare le stelle.
Quando il mattino arriva, svegliarsi e buttarsi subito in mare è un privilegio della vacanza in barca al quale non potrei mai rinunciare.

La vacanza in barca a vela è il modo migliore che conosco per sentirmi veramente libero”.
Andrea Silvestri

“…immaginate di svegliarvi una mattina, salire tre scalini, appogiare i piedi sul teck del pozzetto e guardarvi intorno: l’acqua azzurra di una baia, la profumata macchia mediterranea, la brezza che vi spettina i capelli, un gabbiano che vi augura il buongiorno, dove siete? In vacanza in barca a vela!

La vacanza in barca a vela è un viaggio nel viaggio: la scoperta di luoghi raggiunti e raggiungibili solo via mare; il viaggio come scoperta di cultura, gastronomia e paesaggi; il viaggio dentro noi stessi, che ci porta al confronto con emozioni nuove, come l’emozione della navigazione e l’emozione di condividere spazi e momenti di gioia con “amici” che fino al giorno prima, non conoscevamo nemmeno.

La barca a vela non è solo un mezzo di trasporto costituito da uno scafo, una vela issata su un albero, del legno pregiato per rendore più calorosa la vita in barca o degli strumenti tecnologici per rendere più sicura la navigazione. La barca a vela è uno stile di vita! Dal momento in cui vi mettiamo pide, diventiamo un’equipaggio, condividendo compiti e piaceri, della vita in comune!
E poi c’è la nostra barca: nostra anche se solo per una settimana o due o, addirittura, per un solo week end. Lei è li che ci aspetta, dondola languidamente all’ormeggio, quando la vediamo da lontano sembra strizzarci l’occhio e noi sappiamo già cosa ci promette: mare, relax, tramonti mozzafiato, baie dalle acque dal verde al turchese, delfini che giocano sulla prua, lunghe chiacchiarate in pozzetti, scherzi, prese in giro e discorsi seri, nuove amicizie e perchè no, nuovi amori!”
Antonella Danile

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi