developed and seo specialist Franco Danese

America’s Cup: finalmente in acqua e Oracle batte tutti

Andrea Mura vuole vincere la Ostar: “Ecco tutti i segreti di Vento di Sardegna”
27 maggio 2017
Un’icona del blue water cruising chiamata Amel: alla scoperta di tre modelli cult
28 maggio 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Dopo il rinvio di venerdi per troppo vento, il primo round robin della 35esima Coppa America è finalmente iniziato in una giornata di sole con 12 nodi abbondanti di vento medio.

Oracle Team USA VS Emirates Team New Zealand 
Anche se è la penultima delle regate in programma per la giornata, iniziamo dalla sfida più attesa, Team New Zealand contro Oracle. La regata che tutti aspettano è anche di gran lunga la più lunga e combattuta. La partenza è vinta di poco da Spithill che vola in velocità sopravvento a Burling. Finalmente si vedono le barche vicine e la sfida tra le due candidate alla vittoria finale è davvero appassionante. Oracle passa davanti la prima boa ma poi commette un errore e Team New Zealand passa in testa. Ma solo fino alla quinta boa, quando Oracle riesce a prendersi l’interno, le barche si sfiorano e gli americani riescono a volare verso la vittoria precedendo l’equipaggio di Burling di sei secondi. A parte il risultato finale, la nota positiva è che questo match è stato davvero divertente, facendo ben sperare per lo spettacolo di questa America’s Cup.

Oracle Team USA VS Groupama Team France
Usa e Francia danno il via alla 35esima edizione della America’s Cup con una regata a senso unico. Vittoria facile per il defender che incrementa il vantaggio ad ogni boa, mettendo dietro Franck Cammas fin dalla partenza. La sfida è senza storia e abbastanza noiosa, Oracle è più veloce e non sbaglia nulla andando a chiudere la regata con 2’11” di vantaggio.

Artemis Racing VS Softbank Team Japan 
 Team Japan vince la partenza ha più velocità e vola via conquistando 12 secondi di vantaggio alla prima boa di poppa e mantenendolo fino al successivo lato di poppa. Ma Artemis non ci sta e si avvicina molto: un errore costa caro ai giapponesi, che sbagliano una virata e perdono il comando della regata. Sul traguardo gli svedesi arrivano con 13 secondi di vantaggio.
Emirates Team New Zealand VS Groupama Team France
Umiliazione per i francesi anche nella sfida contro Emirates Team New Zealand che domina la regata fin dalla partenza e incrementa il vantaggio lato dopo lato fino a distanziare l’equipaggio di Cammas di un intero leg. La sfida si conclude con 2’33” di distacco a favore dei kiwi.
Land Rover Bar VS Artemis Racing
L’equipaggio guidato dal baronetto Ben Ainslie è forse la sorpresa più felice di questa prima giornata. Land Rover Bar stacca di poco gli svedesi in partenza e alla prima boa ha due secondi di vantaggio. Le barche sono vicine ma gli inglesi fanno sempre qualche nodo in più rispetto ad Artemis allungando il vantaggio e arrivando a tagliare il traguardo con 11 secondi di vantaggio senza sbagliare nulla e infliggendo agli svedesi la loro prima sconfitta.
Softbank Team Japan VS Land Rover Bar
Dean Barker si mangia Ainslie in partenza aggredendolo da sottovento e costringendolo a una penalità. La partenza più emozionante della giornata. Ma il match è già finito ancora prima di iniziare. I giapponesi amministrano da subito il campo di regata distaccando sulla linea di arrivo gli inglesi di 48”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi