developed and seo specialist Franco Danese

Amel 50: lo sloop secondo il cantiere di La Rochelle

Cellulare scarico addio: con l' inverter in navigazione si cambia vita
15 aprile 2017
Estate senza problemi. Sette dritte per una crociera perfetta
18 aprile 2017

L’attesa per vederlo dal vivo durerà fino al prossimo Salone di Cannes di settembre, dove sarà presentato al grande pubblico il nuovo Amel 50. Il cantiere di La Rochelle “accorcia” i piedi rispetto ai suoi standard e lancia un 15 metri per allargare la forbice dei suoi armatori: il nuovo modello sarà infatti più accessibile sia per una questione di dimensioni che economica.

La filosofia del cantiere rimane la stessa: realizzare imbarcazioni per girare il mondo a vela in comodità. Guardando il disegno della barca ci si accorge subito che “manca qualcosa”: il cantiere ha infatti scelto un armo sloop per questo nuovo modello, mettendo per un attimo da parte il tradizionale armo ketch.

Una scelta giustificata così dall’architetto Olivier Racoupeau: “lo sviluppo di tecnologie come gli avvolgitori motorizzati rende più facile manovrare e non più essenziale l’armo ketch”. Ma non finisce qui: per chi volesse avere maggiori informazioni dal 12 al 14 maggio a Cala de Medici, Sail Away (Amel Italia) organizza tre giorni di incontri dove si potrà anche uscire a bordo dell’Amel 55 e dell’Amel 64.

www.amel50.com

info@amelyachts.it

SCOPRI E RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DI BARCHE E CANTIERI


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

1 Comment

  1. stefano franchi ha detto:

    mi sembra bellissima , ma io ho sempre amato la solidità e la semplicità degli amel . spero continuinello stesso spirito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi