Cime di bordo: quando risparmiare sulla qualità è un grosso errore

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Molti sottovalutano l’importanza delle cime di bordo, optando per soluzioni low coast e non dando il giusto valore ad una componente fondamentale dell’attrezzatura di bordo. Niente di più sbagliato: le cime sono importanti come le componenti fondamentali dell’attrezzatura. L’impiego di cime di scarsa qualità, molto elastiche, fa perdere efficienza alla nostra barca e può influire negativamente sulle performance.

Le cime non hanno vita infinita e, nel tempo, perdono drasticamente le loro proprietà di resistenza al carico e all’allungamento. Le drizze, le scotte e tutte le cime di bordo sono tanto importanti quanto una vela e quelle di qualità fanno navigare meglio. Prendete una barca di 12 m che ha un albero di circa 17, ha una drizza lunga almeno 45/50 m…

SCOPRI DI PIU’ E RESTA AGGIORNATO SUI PRODOTTI

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su