developed and seo specialist Franco Danese

Cime di bordo: quando risparmiare sulla qualità è un grosso errore

Carlo, proprio tu! Potestà il "motorista" in testa alla Roma. Arriva la clamorosa rivincita?
13 aprile 2017
velista
Velista dell'Anno, stop ai voti! Super Cili e Mura, ora la palla passa alla giuria!
14 aprile 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Molti sottovalutano l’importanza delle cime di bordo, optando per soluzioni low coast e non dando il giusto valore ad una componente fondamentale dell’attrezzatura di bordo. Niente di più sbagliato: le cime sono importanti come le componenti fondamentali dell’attrezzatura. L’impiego di cime di scarsa qualità, molto elastiche, fa perdere efficienza alla nostra barca e può influire negativamente sulle performance.

Le cime non hanno vita infinita e, nel tempo, perdono drasticamente le loro proprietà di resistenza al carico e all’allungamento. Le drizze, le scotte e tutte le cime di bordo sono tanto importanti quanto una vela e quelle di qualità fanno navigare meglio. Prendete una barca di 12 m che ha un albero di circa 17, ha una drizza lunga almeno 45/50 m…

SCOPRI DI PIU’ E RESTA AGGIORNATO SUI PRODOTTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi