Winch: un vero velista non può non sapere come funziona

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

In principio il massimo era il modello a tre velocità: una diretta, una ridotta e una ridottissima. Poi è arrivato il winch con il self tailing che ha permesso ad una sola persona di cazzare la scotta, senza toglierla dal winch. Infine tutti i sistemi motorizzati con i quali basta pigiare un bottone per muovere il verricello, la quarta velocità, l’utilizzo di materiali più leggeri per la costruzione. Chi avrebbe pensato che anche questa attrezzatura si sarebbe evoluta in questo modo, così da avere un utilizzo per ogni manovra, barca e tasca.

COME FUNZIONA
Il winch serve a moltiplicare la forza di tiro esercitata su qualsiasi scotta o cima che offra una resistenza. Lo si usa per qualsiasi manovra corrente, cioè per tutto ciò che serve per issare e tesare le vele (scotte, drizze, amantigli, ecc.). Oggi la tendenza è di avere in coperta pochi winch ben dimensionati e potenti. In un’attrezzatura standard due per drizze e amantigli, i due più potenti con self tailing per la vela di prua, due per spi, randa, eventuali sartie volanti. La riduzione del numero dei winch in coperta è anche merito dell’utilizzo di stopper che permettono di bloccare…

SCOPRI DI PIU’ (E COSA TROVI SUL MERCATO)


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Torna su