developed and seo specialist Franco Danese

Un giapponese kamikaze sui Tp 52: il "botto" è già virale

Le regate su e giù per lo stivale: da Genova a Bari, in acqua derive ed altura
8 marzo 2017
Incontra i grandi della vela, celebra il Velista dell'Anno, festeggia con noi alla Serata dei Campioni (ma intanto, vota!)
9 marzo 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Il più classico dei “botti”, il tipico mure a destra – mure a sinistra, ma stavolta le conseguenze, dati i mezzi, sono piuttosto gravi. La scena ha praticamente fatto il giro del mondo, ci troviamo a Miami, per la 52 Super Series Miami Royal Cup, uno dei circuiti professionali più prestigiosi, quello dei Tp 52.

La giornata è piuttosto ventosa, con aria superiore ai 15 nodi, il Tp 52 Gladiator, tattico Ed Bird, naviga mure a dritta, sembrerebbe appena sotto la lay line. Mure a sinistra sopraggiunge il team nippo-americano di Sled, tattico Hamish Pepper. L’impatto è violentissimo ed è una gran fortuna che nessuno su sia fatto male, considerato che il bompresso di Sled “infilza” Gladiator a pochi centimetri dal timoniere Tony Langley. La barca britannica fra l’altro era stata da poco varata e i danni sembrano essere ingenti

Al timone di Sled, da quello che ci risulta, c’era l’armatore-timoniere Takashi Okura, che comunque aveva avuto un buon inizio nella classe. E’ evidente che per timonare un Tp52 con molto vento non basta solo essere un buon timoniere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi