Bestia nera Phaedo 3: Maserati battuta di un soffio alla RORC Carribean 600

Alla fine l’ha spuntata Phaedo 3, dopo un duello entusiasmante contro Maserati e l’equipaggio di Giovanni Soldini. Il Multi 70 americano ha chiuso la RORC Carribean 600 in 33 ore, 40 minuti e 44 secondi. Circa 13 minuti dopo è stata la volta di Maserati, che ha subito l’allungo finale di Phaedo 3 dopo avere disputato buona parte della regata a contatto, con un distacco di poche centinaia di metri.

Per Giovanni Soldini e il suo equipaggio un altro step in avanti nel percorso di sviluppo e messa a punto della barca. Un cammino che si sapeva essere difficile, data la complessità del nuovo mezzo. Da sottolineare che su Phaedo 3 regatavano velisti del calibro di Brian Thompson e Michel Desjoyeaux, un dato che certifica quanto la sfida di Maserati al dream team avversario fosse difficile.

In parte sono state decisive anche le condizioni meteo: il vento leggero ha favorito l’assetto a derive tradizionali di Phaedo 3, piuttosto che i foil di Maserati che comunque nelle fasi di vento più intenso hanno mostrato la loro efficacia. Sono stati diversi infatti i sorpassi lungo il percorso.

Per Giovanni Soldini e il suo equipaggio va quindi in archivio positivamente il terzo impegno agonistico ufficiale a bordo di Maserati, in attesa di nuove sfide oceaniche.


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su