Il sobrio Spithill: "Questa è la barca che useremo per vincere l'America's Cup". Oracle lancia l'AC50

Botta e risposta. Team New Zealand lancia il suo AC50 a “pedali”, Oracle replica con la “spacconeria” di James Spithill che al lancio del nuovo catamarano dichiara: “Questa è la barca che useremo per vincere l’America’s Cup“. Mancano ancora più di tre mesi all’inizio della Coppa America delle Bermuda, ma il clima è già da guerra psicologica.

Con la solita cerimonia in stile stelle e strisce,  il defender Oracle Team USA ha svelato al mondo velico il nuovo AC50. Una piccola folla di giornalisti riunita fuori da un hangar, una porta scorrevole che si apre e tra il fumo scenico emerge la sagoma del nuovo catamarano volante. Poi gli annunci muscolari e decisi del timoniere australiano: è così che Oracle risponde, con la tipica retorica del defender, alle innovazioni progettuali di Team New Zealand. In barba alla scaramanzia da velisti, il nuovo AC50 è stato ribattezzato “17”.

In mezzo a tanto “fumo”, il dato più interessante della cerimonia svoltasi alla base americana delle Bermuda è uno: la barca USA ha i coffee grinder classici. Quindi tra i tre top team (il defender, Land Rover BAR Racing ed Emirates Team New Zealand), gli unici ad avere scelto una strada progettuale differente sono i kiwi. Nelle poche settimane rimaste prima dell’inizio delle regate è da escludere che BAR Racing possa cambiare impostazione e “copiare” i neozelandesi, ammesso che la scelta kiwi si riveli vincente. Diverso il discorso del defender, che avrà più tempo prima della sfida finale per potere studiare gli sfidanti e potrebbe, ma appare difficile, cambiare qualcosa in corso d’opera.

A tal proposito Scott Ferguson, coordinatore del design team Oracle, ha precisato: “La maggior parte delle decisioni progettuali sono state prese e sono già visibili questa sera”. L’AC50 andrà subito in acqua per i primi speed test, ne sapremo di più nei prossimi giorni.

Mauro Giuffrè

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

paralimpiadi

Se sei un velista disabile puoi scordarti le Olimpiadi

Fumata nera. Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha respinto la richiesta, presentata da World Sailing (la Federvela mondiale), di riammettere la vela come disciplina ai giochi Paralimpici di Los Angeles 2028. La vela ancora esclusa dalle paralimpiadi 2028 Già esclusi

Torna su