developed and seo specialist Franco Danese

Le migliori barche dell'anno premiate a Dusseldorf. Quattro sono francesi

Tre soluzioni furbe per rendere più "eco" la tua barca
23 gennaio 2017
Salone di Dusseldorf: primo giorno e due grandi novità da non perdere
23 gennaio 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Quest’anno al Salone di Dusseldorf le “regine” del Salone parlano francese. Quattro barche sulle cinque premiate nell’ambito dell’European Yacht of The Year 2017 sono barche sfornate da cantieri transalpini. Categoria per categoria, vediamo i vincitori.


OCEANIS YACHT 62 (LUXURY CRUISER)

A disegnare le linee d’acqua dell’ultima creatura e nuova ammiraglia di Beneteau è una vecchia volpe del mestiere, Olivier Racoupeau: “La sfida consisteva nell’ottenere una velocità media elevata mantenendo il comfort di bordo. Ho disegnato l’Oceanis Yacht 62 cercando di mantenere il centro di gravità più basso possibile e le manovre rinviate in pozzetto. Ho poi pensato alle esperienze che ho fatto nel mondo dei superyacht e ho cercato di portarne i benefici su questo primo grande yacht di Beneteau”. E’ invece italiana la matita che ha inventato gli spazi interni: Pierangelo Andreani si è trovato davanti a una grande sfida: portare lo stile e le caratteristiche di un one-off su una barca di serie. Per farlo ha puntato molto su un’apparente semplicità delle linee, con un’alternanza di colori chiari e scuri. Lungh. 19,07 m; largh. 5,33 m; pesc. 2,30/2,90 m; disl. 24170 kg. www.beneteau.it
SCOPRI LA NOSTRA PROVA

POGO 36 (PERFORMANCE CRUISER)
Dopo il successo del Pogo 3, che sta spopolando nel mondo dei Mini 650, il Chantier Naval Structures ha ultimato una nuova barca di serie, il Pogo 36, progettata da Finot/Conq. Come tutte le barche sfornate da Structures, ala doppia pala del timone, una poppa molto larga (il baglio massimo è di 4 metri) e la possibilità di avere la chiglia sollevabile. La tuga è caratterizzata a da forme squadrate e dalla presenza, a prua di una sorta di “tughino”. La barca ha una fascia di prezzo simile a quella del Pogo 10.50, il modello che è andato a sostituire (e che costava 164.000 euro). Cosa ne pensate? Lungh. 10,86 m; largh 4,00 m; disk. 3.600 kg; pesc. 2,10/2,93-1,10 m. www.pogostructures.com

RM970 (FAMILY CRUISER)
E’ ancora una volta Marc Lombard a firmare il nuovo modello RM970, che colma così il vuoto presente tra gli RM890 e RM1070. Come gli altri scafi del cantiere francese, sarà costruito in compensato marino e resina epossidica. Ma a caratterizzarlo non poteva che essere il suo scafo con uno spigolo accentuato; anzi, estremizzato: lo vedete chiaramente nel rendering qui sopra: lo spigolo corre senza soluzione di continuità per tutta la lunghezza della carena ed è stato pensato per portare la barca fino a un certo angolo di sbandamento, sul quale poi si appoggia e “naviga su rotaie”. Come già avvenuto per altri modelli Fora Marine, anche questo dieci metri e mezzo (la lunghezza fuori tutto è di 10,65 metri, ma quella al galleggiamento è di 9,65) è proposto nelle versioni con pala del timone singola e doppia chiglia o con una chiglia più profonda e due pale (inutile dire che quest’ultima è quella più attesa sul mercato mediterraneo. Lungh. 10,57 m; largh. 3,70 m; pesc. bichiglia 1,65 m; pesc. monochigli: 1,98 m; disk. 4.100 kg. www.yachtsynergy.it

OUTREMER 4X (MULTIHULLS)
Outremer ha fatto centro con il suo nuovo 4X, la versione sportiva del celebre Outremer 45. Questa versione, grazie al suo armo in carbonio e a diversi accorgimenti, ha un dislocamento decisamente minore rispetto al suo fratello, a tutto vantaggio delle performance. Lungh. 14,63 m; largh. 7,10 m; pesc. 1,00/2,00 m; disl. 8.200 kg. www.multiscafi.com

SEASCAPE 24 (SPECIAL YACHTS)
L’unica eccezione, in termini geografici, tra le barche premiate è lo sloveno Seascape 24. Dopo il 18 e il 27 piedi, Seascape decide di “riempire il gap” e lancia un nuovo 24 piedi. Ha le stesse caratteristiche da “corsaiolo” del suo fratello minore, ma in questo caso le cuccette sottocoperta sono quattro (una doppia a prua e due laterali in quadrato) rendendolo interessante anche per la crociera in famiglia o con amici. Carrellabile con deriva completamente sollevabile (potrete arrivare sulla spiaggia, proprio come con gli altri Seascape), lo scafo è progettato per essere planante, per cui la velocità non è legata alla lunghezza, a differenza di una tradizionale barca dislocante: il cantiere si è focalizzato su un punto in particolare, ovvero la capacità di planata anche in condizioni di vento leggero, in modo tale da rendere la navigazione divertente e alla portata di tutti, soprattutto delle famiglie. Lungh. 7,30 m; largh. 2,50 m; pesc. 0,3/1,9 m; disl. 960 kg. www.seascape.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi