Rifatevi gli occhi: è arrivato il nuovo Wally 93, mai sentito parlare di flush-deck?

Prendete un velista appassionato di regate e velocità, aggiungete un cantiere precursore di tutto ciò che è di tendenza e all’avanguardia nel mondo della vela. Il risultato è il nuovo Wally 93 del quale sono appena stati resi pubblici i primi rendering. Le linee di carene sono assolutamente moderne con il baglio massimo posizionato a poppa e generosi volumi interni. Come vuole l’essenza dei più attuali cruiser racer: comodi e veloci. Una somma di tutte le tendenze high-tech applicato al mondo delle barche a vela.  Il nuovo Wally 93 riflette esattamente il DNA del canitere monegasco che combina comfort e prestazioni, una sintesi perfetta tra un performance cruiser e una barca da regata che colpisce soprattutto per la sua coperta estremamente pulita, ricca di spazi liberi per la vita a bordo e per la quale il termine flush deck è poco più che un eufemismo.

1 de mayo de 2015, Gaastra Palmavela

ARCHITETTURA NAVALE
Il nuovo Wally 93 è un progetto custom nato dalla collborazione di Wally con il progettista Judel Vrolijk sicuramente influenzato dalle linee del Wally 107 Open Season (ex wallycento Hamilton) e da quelle dei Maxui 72 disegnati da Vrolijk. Un’imbarcazione molto leggera (il dislocamento è di sole 35,5 tonnellate) e un rapporto dislocamento/superficie velica migliore di quello dei Wallycento. Tutti i pesi sono concentrati a centro barca per ridurre al massimo il beccheggio. La lifting keel permette di aumentare il pescaggio da 4,5 a 6,2 metri per ottimizzare il momento raddrizzante e di conseguenza le prestazioni della barca di bolina.  Il design è stato studiato per essere il più competitivo della classe Wally: una barca molto potente di bolina e ottimizzata per condizioni di vento medio-leggere, capace di iniziare a planare con 16 nodi di vento e di superare con estrema facilità la velocità del vento reale.

COPERTA E INTERNI
Come abbiamo già detto il piano di coperta estremamente pulito è uno dei cavalli di battaglia di questa imbarcazione: le linee si integrano perfettamente con il pozzetto facendolo quasi scomparire insieme a tutte le manovre di bordo. Internamente il salone gode di una grande privacy ed è separato dal passaggio verso l’esterno. La zona armatoriale è posizionata a prua del salone, mentre le due cabine per gli ospiti sono situate a poppa. Questo per darvi solo un’anticipazione, perché il design degli interni è ancora in fase di sviluppo.

COSTRUZIONE
Il nuovo Wally 93 è attualmente in fase di costruzione e metterà in pratica le più avanzate tecnologie del mondo dei compositi utilizzando fibre unidirezionali in carbonio ad alto modulo per garantire il massimo contenimento del dislocamento e la massima rigidità strutturale. Il varo dell’imbarcazione è previsto per l’estate 2018 e farà il suo esordio sui campi di regata alla Maxi Yacht Rolex Cup 2018.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lunghezza fuori tutto
; 28,30 m
Larghezza: 6,65
Pescaggio: da 4,5 a 6,2 metri
Dislocamento: 35,5 t
Superficie velica bolina: 503 mq
Superficie velica portanti: 1059 mq
Architettura Navale: Judel Vrolijk
www.wally.com

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Solaris 39

Solaris 39, uno IOR sempreverde (con costruzione al top)

Nei primi Anni ‘80, sull’onda delle introduzioni sorte con il finire del decennio precedente, iniziano a mutare linee e volumi, nascono imbarcazioni più ‘moderne’, con scafi più filanti e galleggiamenti più vicini al fuoritutto. Sono gli anni dello IOR (International

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

Ci sono progetti nuovi e ci sono progetti innovativi. Come anche ci sono tutti quei progetti che stanno un po’ a metà, galleggiando nel mezzo, sfiorando l’uno o l’altro limite. E poi c’è il nuovo Neo 570c, che gioca in

Torna su