Egoist, il daysailer secondo Briand… è lungo 30 metri!


In questi ultimi anni, nel mondo dei Maxi, si è assistito a una vero e proprio proliferare di 100 piedi commissionati da “paperoni” che hanno voglia di correre.
Il fortunato armatore che ha ingaggiato l’archistar della nautica Philippe Briand va invece controtendenza. Voleva un 30 metri in stile modern-classic cruiser, facile da condurre, anche in solitario: Briand lo ha accontentato con l’Egoist 100, un bolide in carbonio che fa dell’eleganza il suo punto di forza.

TRA IL CLASSICO E IL MODERNO
Una tuga filante e aerodinamica, una coperta flush e un pozzetto centrale vecchio stile caratterizzano la barca, che torna indietro nel tempo anche nel design della poppa, con uno slancio davvero “d’antan”. Il dritto di prua è invece pressoché verticale e segue gli ultimi dettami in fatto di racer-cruiser, con tanto di lunga delfiniera integrata. L’Egoist presenta un quadrato molto accogliente, una cabina armatoriale di extralusso e confortevoli cabine anche per due membri di equipaggio. Un vero e proprio day-sailer di 30 metri.

Philippe Briand (photo ©Guillaume Plisson)

L’ARCHISTAR BRIAND
Non a caso abbiamo definito Philippe Briand una “archistar della nautica”. Ha accumulato nella sua carriera ben 31 premi internazionali per i suoi progetti. Se si considerano anche tutti i Sun Odyssey e First di Jeanneau e Beneteau, le barche disegnate da Briand sono più di dodicimila. Nato a La Rochelle, è figlio di specialista olimpico dei Dragoni, quindi con la vela nel sangue. Già a 16 anni disegnava IOR Quarter Tonner. Tra il 1986 e il 2000 firma ben otto scafi che parteciperanno alla sfida dell’America’s Cup (tra cui French Kiss e Ville de Paris). Poi firma i maxi Mari Cha III e IV (quest’ultimo detiene il record imbattuto di traversata atlantica), due Perini (P2 e Sybaris) e tantissimi altri superyacht a vela (Inoui, Bristolian, Whimsy sono solo alcuni suoi successi).


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Egoist, il daysailer secondo Briand… è lungo 30 metri!”

  1. bellissima ma ..pensare di condurre facilmente in solitario un 30 metri (per quanto ben attrezzato allo scopo) non è cosa realistica, soprattutto in ottica daysailer cioè con manovre di ormeggio frequenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

In America piacciono anche le barche fuori dal coro

In America e in Europa non sempre la pensiamo uguale in fatto di barche. La dimostrazione dai candidati agli “Oscar” USA delle barche a vela del 2023. Le riviste di settore americane Cruising World e Sailing World hanno annunciato all’Annapolis

Torna su