developed and seo specialist Franco Danese

Alle Eolie arrivano nuovi porti a Lipari e a Vulcano. Speriamo che sia vero

INTERVISTA ESCLUSIVA Gaetano Mura: "Sono incazzato? Si, ma ci riproverò!"
5 gennaio 2017
Tutti i segreti della superbarca volante di Ben Ainslie
6 gennaio 2017

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

Forse questa è la volta buona per dotare l’arcipelago delle Eolie di veri ormeggi al passo con i tempi e con le esigenze di una delle mete di crociere mediterranee più belle e ambite dai diportisti di tutto il mondo, ma anche più scomode e disagiate per chi cerca ormeggio in porto.
LIPARI E VULCANO
Dopo anni di lotte e di progetti bocciati a gennaio è stato presentato un nuovo progetto per la razionalizzazione degli ormeggi a Lipari, nella baia tra Pignataro e Sottomonastero. Prevista una diga foranea tecnologica a Marina Lunga e la realizzazione di nuove opere portuali a Pignataro: nuovo braccio a Bagnamare e prolungamento dell’attuale molo. Posti barca previsti: 700, costo delle opere 40 milioni da parte della società mista comune e Condotte d’Acqua spa di Roma. Ma c’è un altro progetto al via che rivoluzionerebbe anche gli ormeggi a Vulcano. Si tratta semplicemente di un adattamento dell’attuale approdo degli aliscafi che verrebbero spostati a Marina di Ponente. Il costo di due milioni di euro ha già ottenuto il finanziamento regionale.
LA SITUAZIONE ATTUALE
Oggi per chi vuole andare in banchina alle Eolie la situazione è difficile. A Lipari sono disponibili una serie di moli di vari concessionari e c’è il piccolo e sempre pieno in stagione estiva porto di Salina. Per il resto si ancora in rada con la difficoltà che tutte le isole (se si eccettua Vulcano) hanno fondali che a pochi metri dalla riva arrivano subito a 15/20 metri di profondità. Da anni si parla di progetti per dotare l’arcipelago eoliano di strutture migliori nel rispetto dell’ambiente e preservando le caratteristiche “selvagge” di queste isole. Ma sino ad ora le associazioni ambientaliste hanno osteggiato qualsiasi progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi