Cornish Crabber 24 MKV, la barca di una volta… costruita oggi

cornish-crabber-24Pochi cantieri al mondo possono contare su una schiera di appassionati così innamorati come l’inglese Cornish Crabbers, che si prepara a lanciare per il prossimo anni un nuovo 24 piedi che sa di antico, che ci riporta ai tempi delle barche di una volta, con le sue linee classiche, una prua alta e una poppa leggermente contraria.

Il Cornish Crabber 24  MKV si caratterizza proprio per le sue linee d’altri tempi, con una chiglia lunga ma anche… la deriva sollevabile (si passa da un pescaggio di 1,40 metri a circa 70 cantimetri). Si tratta della versione “moderna” di uno dei grandi classici del cantiere, nato nei primi Anni 80 e che ha visto un primo restyling durante i ’90. Lungo fuori tutto 8,60 metri (ma la lunghezza dello scafo è di 7,32 metri), ha un baglio massimo 2,66 metri.

cornish-crabber-24-2

Tutte le manovre sono rimandate ai sei winch in pozzetto (i due dedicati alle drizze sono posti ai lato del tambuccio), che come accadeva una volta è in realtà il solo vero spazio davvero vivibile in coperta. La tuga ha forme piuttosto pronunciate: una soluzione che oggi è quasi scomparsa (a vantaggio di bagli più importanti) e che garantisce altezze interne difficilmente raggiungibili su una barca di queste dimensioni. Il timone? Ovviamente a barra!

cornish-crabber-24-4

 

Una tuga che permette di stare in piedi in quadrato, avendo anche a disposizione una vera zona cucina e un bagno separato. Fondamentalmente, il Cornish Crabber 24 MKV prevede una cuccetta doppia a prua, alla quale si possono aggiungere due ulteriori posti in quadrato. A poppa troviamo due spazi di stivaggio, uno dei quali può trasformarsi in un ulteriore cuccetta di guardia. Il prezzo previsto per il lancio è di 64.950 sterline, circa 78.000 euro.

 

cornish-crabber-24-3

I NUMERI DEL CORNISH CRABBER 24 MKV

Lft: 8,60 m
Lung. Scafo: 7,32 m
Larg: 2,66 m
Disl: 2250 kg
Pesc: 1,40/0,72 m
Sup. Vel.: 32,62 mq
www.cornishcrabbers.co.uk

 

 


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

Solaris 39

Solaris 39, uno IOR sempreverde (con costruzione al top)

Nei primi Anni ‘80, sull’onda delle introduzioni sorte con il finire del decennio precedente, iniziano a mutare linee e volumi, nascono imbarcazioni più ‘moderne’, con scafi più filanti e galleggiamenti più vicini al fuoritutto. Sono gli anni dello IOR (International

Neo 570c

Neo 570c, il fast cruiser (17 m) fuori dal coro

Ci sono progetti nuovi e ci sono progetti innovativi. Come anche ci sono tutti quei progetti che stanno un po’ a metà, galleggiando nel mezzo, sfiorando l’uno o l’altro limite. E poi c’è il nuovo Neo 570c, che gioca in

Torna su