Marina Resort, adesso sono davvero realtà. E si può risparmiare

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

cala-de-mediciSono sempre di più i porti turistici equiparati alle strutture ricettive all’aria aperta (quindi con IVA al 10%): più servizi per gli armatori, che oltretutto adesso risparmiano

Dopo tante tribolazioni sembra davvero che i Marina Resort siano una realtà. Vi ricordate di cosa stiamo parlando? Nel decreto “Sblocca Italia”, varato nel 2014, tra i tanti provvedimenti ce n’era uno a favore della nautica: il Governo equiparava i Marina Resort alle strutture ricettive all’aria aperta. Nelle “strutture organizzate per la sosta e il pernottamento dei turisti all’interno delle proprie unità all’ormeggio” è quindi applicata l’IVA al 10%, come funziona da sempre presso gli altri segmenti del turismo “di terra”. Il vantaggio, in termini economici, per un armatore medio, è quindi di poter usufruire di prezzi più vantaggiosi per l’affitto del posto barca; l’importante è che il contratto sia inferiore a un anno.

C’E’ CHI SI E’ GIA’ ADEGUATO
“Il futuro della portualità è sicuramente rappresentato dai “Marina Resort”, strutture polifunzionali che non si limitano più ad accogliere semplicemente le imbarcazioni fornendo loro un ormeggio, ma strutture complesse e organizzate, “beauty farm” della nautica in grado di offrire una gamma sempre più ampia di servizi e utilities”, esordisce durante il nostro incontro Matteo Italo Ratti, direttore e amministratore delegato del Marina Cala de’ Medici a Rosignano, sulla costa toscana a sud di Livorno.

Se analizziamo i risultati di questo 2016, notiamo che strutture come la nostra, che sono in grado di fornire un servizio completo all’armatore, hanno evidenziato una crescita. Questo soprattutto nella fascia tra dieci e sedici metri: gli armatori di queste barche possono godere di vantaggi un tempo impensato, quando molti porti erano… parcheggi più che luoghi di aggregazione e di servizi a tutto tondo come sono oggi. In un periodo nel quale c’è più offerta di posti barca che richiesta da parte degli armatori, fornire servizi di alto livello e differenziarsi è diventato fondamentale”.

CAMBIAMENTI IN ATTO
Sono sempre di più i Marina in tutta Italia che si stanno muovendo, predisponendo nuovi contratti, che potremmo definire “a stagionalità variabile”, per venire incontro a tutte le possibili esigenze della clientela italiana, mediterranea e nord europea. E ricordiamo tra l’altro che il porto dovrà adeguare (proprio come per gli alberghi e i camping) le sue strutture alla ricezione, e in base a quelle sarà classificato. Fateci sapere cosa ne pensate…


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su