Ma come fa Thomson ad andare così forte? Tutti i segreti di Hugo Boss INFOGRAFICA

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

hugo-bossBestiale? Fenomenale? Incredibile? Davvero non abbiamo parole per descrivere il Vendée Globe di Alex Thomson: con un foil fuori uso a causa di una collisione con un oggetto non identificato, guida la flotta tenendo a debita distanza i suoi inseguitori. Oggi ha raggiunto per primo Capo di Buona Speranza, in 17 giorni, 22 ore e 58 minuti, letteralmente frantumando il record precedente (22 giorni, 23 ore e 46 minuti, fatto registrare da Armel Le Cleac’h nel 2012). Proprio Le Cleac’h lo segue a 90 miglia di distanza.

IL RECORD C’E’ MA NON C’E’
Ma c’è di più. Prima dell’incidente che gli ha causato l’avaria al foil, Hugo Boss ha percorso in 24 ore 535,34 miglia (a 22,3 nodi di media!): di fatto il nuovo record di percorrenza nell’arco delle 24 ore, superiore alle 534,48 miglia macinate da Francois Gabart al Vendée del 2012/13. Peccato per per il World Sailing Speed Record Council (WSSRC) non sia valido, perché secondo il regolamento deve esserci almeno un miglio di differenza per stabilire l’ufficialità. Insomma, Thomson ha superato Gabart di “soli” 1.573 metri. Il più veloce marinaio del mondo a bordo di un 60 piedi avrebbe dovuto dargliene ancora 279 (il miglio nautico è di 1.852 metri) per essere ufficialmente considerato tale. Cavilli da scrivania. Thomson sta facendo una regata bestiale, fenomenale, incredibile (non dimentichiamoci che è l’IMOCA 60 di Thomson è stato il 60 piedi più veloce di sempre a raggiungere l’Equatore). Grazie alla sua determinazione e a una superbarca, che riesce a raggiungere i 30 nodi con facilità e di cui vi sveliamo tutti i trucchi con una grande infografica.

TUTTI I SEGRETI DI HUGO BOSS
hugo-boss_fdp_ok


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social
In evidenza

Può interessarti anche

paralimpiadi

Se sei un velista disabile puoi scordarti le Olimpiadi

Fumata nera. Il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha respinto la richiesta, presentata da World Sailing (la Federvela mondiale), di riammettere la vela come disciplina ai giochi Paralimpici di Los Angeles 2028. La vela ancora esclusa dalle paralimpiadi 2028 Già esclusi

Torna su