Malingri vs Beccaria, la pazza sfida Portofino-Giraglia-Portofino con mini cat. Che freddo!

IL REGALO PERFETTO!

Regala o regalati un abbonamento al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno hai la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi.

beccaria-malingriPartiti!Centocinquanta miglia di spruzzi e ondate in faccia nel freddo di novembre, abbarbicati al trapezio a bordo di catamarani da spiaggia lunghi 6 metri in planata costante. Ecco cosa aspetta i due equipaggi che si sfidano in una regata a due assolutamente pazza e per questo affascinante. La pazza sfida Portofino-Giraglia Portofino e’ nata all’inizio di maggio quando li abbiamo visti assieme sul palco in occasione di un incontro sui “pazzi del mare” al TAG Heuer VELAFestival e ci piace pensare che da allora abbiano iniziato a tramare qualcosa. Ambrogio Beccaria Balduzzi e Vittorio Malingri sono partiti entrambi per il record Portofino-Giraglia-Portofino (150 miglia) a bordo di catamarani non abitabili. Per la verità, è stato Malingri, ideatore del record, a proporre a Beccaria la sfida, il quale è stato ben contento di accettare. Chi vincerà? Beccaria è partito ieri da Portofino alle 14 (ed è arrivato dopo 17 ore e 18 minuti, a una velocità media di 8,82 nodi), Malingri stamattina alle 7.49, conosciamo nel dettaglio i “duellanti”…

cata01IL TALENTO DI “BOGGI”
Ambrogio Beccaria, già campione italiano della classe mini 6.50 2015 e 2016 nelle barche di serie, e fresco secondo nella transat in solitario Les Sables-Acores-Les Sables per i minitransat, tenterà il record, in compagnia dell’amico ed esperto di multiscafi Bernardo Zin, a bordo di Ambeco Record Edition, un catamarano Formula 18 (5.52 m x 2.6 m) molto veloce in grado di navigare a 11 nodi di bolina e 20 al traverso.

schermata-2016-08-04-a-15-36-40-205x300UGO E IL NANO
Vittorio Malingri detto Ugo, il navigatore italiano con più miglia sul groppone (si parla di 400.000), esponente di una vera e propria “dinastia” di velisti oceanici sarà assieme al figlio Nico, detto il Nano (i due fanno parte del Citroen Unconventional Team). Ci proveranno sul loro cat di 20 piedi in carbonio Feel Good (6,09×3,00 m), dotato di terrazze e batterie, costruito da Vittorio per questo genere di imprese (fresco di record della traversata del Mediterraneo da Marsiglia a Tunisi in 43 ore, in agosto. Nel 2017 ci proveranno sulla mitica rotta Dakar-Guadalupa). Un catamarano più lungo (e quindi potenzialmente più veloce, con punte di 25 nodi) ma più pesante rispetto a quello di Ambrogio e Bernardo: l’F18 ha il vantaggio di essere più veloce con arie leggere, ma con un range di utilizzo minore (con 25 nodi d’aria diventa difficile da portare).

14707989_1224110887650151_2020778800348768206_oPER CHI FATE IL TIFO?
La sfida sarà interessante. E in totale amicizia. I due equipaggi, come mostra la foto di apertura, si sono allenati insieme nel Tigullio. L’impresa sarà raccontata attraverso i fumetti di Davide Besana. Voi per chi fate il tifo?

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri l’ultimo numero

Sei già abbonato?

Ultimi annunci
I nostri social

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ti facciamo un regalo

La vela, le sue storie, tutte le barche, gli accessori. Iscriviti ora alla nostra newsletter gratuita e ricevi ogni settimana le migliori news selezionate dalla redazione del Giornale della Vela. E in più ti regaliamo un mese di GdV in digitale su PC, Tablet, Smartphone. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “iscrivimi”. Riceverai un codice per attivare gratuitamente il tuo mese di GdV!

Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


In evidenza

Può interessarti anche

Registrati



Accedi