developed and seo specialist Franco Danese

Le 10 domande da porsi prima di passare al motore elettrico (e un po’ di mercato)

Vincenzo Graciotti, il marinaio che vuole parlare ai marinai
12 novembre 2016
Fotogallery. Divertirsi davvero. Lo spettacolo delle grandi feste della vela
12 novembre 2016

Sharing is caring, condividilo con i tuoi amici!

cruise-fixed-pod-3-1140x508-1024x456
Vi abbiamo convinto
, con la storia di Daniele Bossi, che la propulsione elettrica in barca fa per voi? Allora è giunto il momento di porvi alcune domande e dare un’occhio al mercato…

MILLE SOLUZIONI
Se è vero che, come ci ha raccontato Bossi, non esiste una soluzione marina per un motore completamente ecologico e sicuro con grande autonomia ma ne esistono un milione, ritagliate su misura a seconda dell’utilizzo che intendete fare della barca, dovrete esser voi, per primi, ad aiutare chi “elettrificherà” (o ibridizzerà) la vostra barca, arrivando con le idee chiare. Perciò vi proponiamo una lista di dieci domande importanti (tratte da una lista molto più lunga e dettagliata che ci ha stilato lo stesso Bossi) che dovrete porvi per chiarirvi le idee e arrivare preparati dal produttore. Una stima sbagliata potrebbe tradursi nel rimanere a secco di energia in mezzo al mare: se volete un sistema silenzioso ed ecologico, sarete voi i primi a doverlo gestire responsabilmente.

domande_2LE DIECI DOMANDE DA PORSI PRIMA DI PASSARE ALL’ENTROBORDO ELETTRICO
1. Quali sono le dimensioni della mia barca?
2. Qual è il budget massimo che ho da spendere per la nuova motorizzazione?
3. La barca durante l’invernaggio sta in secco o in acqua?
4. Il mio posto barca è già dotato di colonnina elettrica?
5. Che utilizzo farò della mia barca (crociera, regate locali, regate nel Mediterraneo, brevi uscite giornaliere)?
6. La barca navigherà in acque dolci o salate?
7. Quanto tempo la userò durante l’anno?
8. Quante miglia di norma percorro in un giorno di utilizzo?
9. Quante persone, di norma, saranno a bordo con me?
10. Se ho già una barca motorizzata diesel, che entrobordo monta attualmente?

Bene, avete risposto a tutto? Ora è il momento di valutare che cosa si trova sul mercato…

oceanvoltVUOI FARTI IL MOTORE ELETTRICO? ECCO COSA OFFRE IL MERCATO
Il fatto che il settore della propulsione marina elettrica sia in continua evoluzione è confermato dalla nascita di aziende dedicate, soprattutto nell’area mitteleuropea, dove spesso sussiste l’obbligo di motorizzazione elettrica per le acque interne. Oltre ai motori della tedesca Torqeedo (www.torqeedo.com, in Italia distribuiti da Selva, www.commercialeselva.it), ci sono i propulsori Tema (www.tema.hr), azienda croata che arriva a potenze, sempre con trasmissione Saildrive, di 70 kW (equivalente di 95 cavalli). La tedesca Fischer Panda (www.whisperprop.de) propone modelli alimentati a 48 V, l’austriaca AquaWatt (www.aquawatt.at) propone modelli compatti e ad alta resa da 4,3 a 40 kW; la sua connazionale Kraeutler (www.kraeutler.at) ne vende una vasta gamma, dai 2 ai 30 kW. Last but not least, la finlandese Oceanvolt (www.oceanvolt.com) propone soluzioni elettriche o ibride per ogni genere di imbarcazione: il suo “plus” è costituito dal fatto che il motore elettrico, durante la navigazione a vela, può funzionare da idrogeneratore ricaricando le batterie. Ormai la rivoluzione è in atto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le tue informazioni non verrano mai cedute a terzi