Middle Sea Race. Phaedo3 si perde in un bicchier d’acqua: Soldini ringrazia, vince e fa il record dei multiscafi

14612475_10150673744899943_4708108358261580699_o
Spendi centinaia di migliaia di euro per ottimizzare il tuo supertrimarano di 70 piedi, paghi profumatamente velisti professionisti (tra cui lo skipper Brian Thompson, 4 giri del mondo alle spalle, tra Volvo, Vendée e record vari, ), fai una regata da manuale e poi commetti un errore da perfetto principiante.
Chissà come dovrà essersi sentito Lloyd Thornburg, armatore del velocissimo MOD 70 Phaedo, alla Rolex Middle Sea Race, quando si è reso conto di aver girato l’isola di Linosa e non quella di Lampedusa (uno sbaglio davvero grossolano: Linosa è molto più piccola ed è a nord-est di 21 miglia!), come da istruzioni di regata.

20130121193357-giovanni-soldini-622x469SOLDINI RINGRAZIA E VINCE LA MIDDLE SEA RACE
Dover tornare indietro e “salutare” Maserati di Giovanni Soldini, con cui hai lottato con il coltello tra i denti per tutta la regata e che stavi battendo. Anche i migliori sbagliano: “Stiamo correndo una fantastica regata con Maserati Multi70. La scorsa notte abbiamo segnato un autogol”, ha ammesso Thompson. Anche i migliori sbagliano. Ma non vorremmo mai essere nei panni del navigatore.
Tutto facile quindi per l’equipaggio di Giovanni Soldini a brodo del Multi70 Maserati, che è arrivato trionfante a Malta aggiudicandosi la vittoria in tempo reale e chiudendo la regata in 2 giorni 1 ora 25 minuti e 1 secondo, battendo il record di percorrenza dei multiscafi, che, ironia della sorte, apparteneva proprio a Phaedo3 (2 giorni, 11 ore,, 29 minuti e 41 secondi).

3b2a2a952095dfd3622ff9d252793001SUPER ONORATO
Intanto, dietro, tra i monoscafi, Rambler di George David ha superato Pantelleria e sembra non avere avversari. Davvero superlativa la prestazione di Mascalzone Latino, il Cookson 50 di Vincenzo Onorato, attualmente indiziato numero uno per la vittoria in IRC e ORC, in sesta posizione overall reale, tra Favignana e Pantelleria.

SEGUI IL TRACKING


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “Middle Sea Race. Phaedo3 si perde in un bicchier d’acqua: Soldini ringrazia, vince e fa il record dei multiscafi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Cape 31

Cape 31, il monotipo superveloce di Mills (9m) arriva in Italia

Sbarca in Italia un monotipo che all’estero, soprattutto in Inghilterra, sta riscuotendo un ottimo successo. Stiamo parlando del Cape 31 (9,55 x 3,05 m), disegnato da Mark Mills. Uno scafo veloce, divertente, marino, trasportabile via terra e di semplice gestione:

Torna su