FOTOGALLERY Comprano la barca nuova, ormeggiano e vanno a scogli

APPROFITTANE SUBITO! Abbonati al Giornale della Vela cartaceo + digitale e a soli 69 euro l’anno ricevi la rivista a casa e in più la leggi su PC, smartphone e tablet. Con un mare di vantaggi. Scoprili qui >>

Schermata 2016-09-07 alle 16.02.59
Lui e lei a bordo di una superbarca nuova di pacca, a Porto Massimo, alla Maddalena, una delle location più suggestive del Mediterraneo. Un sogno che nella notte si è trasformato in un incubo
: i due velisti tedeschi, marito e moglie, si sono ritrovati a scogli con il loro nuovo Dufour 460 GL dopo che, a causa della forte tramontana, come riferisce il quotidiano locale L’Unione Sarda, la cima d’ormeggio (non sappiamo se alla boa o quella dell’ancora) si è strappata.

foto_535887_550x340SALVATAGGIO DIFFICOLTOSO
I due, che avevano comprato la barca da appena due settimane, sono stati soccorsi e recuperati (non senza difficoltà a causa delle condizioni meteomarine) dalla Guardia Costiera dopo che, abbandonata l’imbarcazione incagliata e in balia del vento, si erano rifugiati su uno scoglio lì vicino. Il Dufour sarà recuperato non appena le condizioni lo permetteranno.

Foto tratte da L’Unione Sarda

LA FOTOGALLERY DI ANGELO PIRINO


ENTRA NEL CLUB DEL GIORNALE DELLA VELA
Ti piace il nostro punto di vista sul mondo della vela? Allora non devi far altro che entrare nel club e iscriverti alla nostra newsletter gratuita, per ricevere ogni settimana le migliori news di vela selezionate dalla nostra redazione. Inserisci la tua mail qui sotto, accetta la Privacy Policy e clicca sul bottone “Iscrivimi”.


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*


C’è di più! Sul nostro canale YouTube ti aspetta tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video!

ISCRIVITI GRATIS

ABBONATI E SOSTIENICI

Hai visto quanta carne al fuoco? Se apprezzi il nostro lavoro abbonati al Giornale della Vela. Non solo ricevi a casa la rivista ma ti facciamo un regalo unico: accedi all’archivio storico digitale del Giornale della Vela e leggi centinaia e centinaia tra i migliori articoli apparsi sulle pagine del GdV dal 1975 ai giorni nostri!

ABBONATI SUBITO


 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

1 commento su “FOTOGALLERY Comprano la barca nuova, ormeggiano e vanno a scogli”

  1. Difficile capire cosa sia successo.
    E’ possibile fossero ormeggiati su una delle boe che sono nella caletta a fianco a Porto Massimo.
    Se si trascorre la notte alla boa buona norma e’ disporre di due dime sulla boa. Una cima deve perentoriamente passare sotto la boa e agire direttamente sulla catena collegata al corpo morto. L’altra a doppino sull’anello della boa, preferibilmente quello sotto la boa (tra boa e catena del corpo morto.)
    E’ opportuno lasciare un po’ di lasco in modo che la barca possa brandeggiare con il vento e non essere inchiodata sulla boa.
    Fino a qui la teoria. In pratica cosa e’ successo non si sa. La cima dell’ancora che ha ceduto? Difficile, un Dufour 460 normalmente ha tutta catena da 10 e non cima. Cima sulla boa che cede a causa dello sfregamento, possibile.
    Corpo morto che cede, possibile ma improbabile, in genere i corpi morti sono collaudati per imbarcazioni a motore fino ai 24 metri. (stazza e presa al vento decisamente superiori ad un Dufour 460).
    Ultima possibilità: la cima non era ben fissata sulla bitta! Eventualita’ sempre possibile. Io ho perso un gommino 40 anni fa a Ponza (poi recuperato da Ciccio Nero e restituitomo dietro pagamento di 100.000 lire) perche non era stato legato bene alla bitta di poppa da uno dei membri dell’equipaggio. Si tratta di…inesperienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Continua a leggere

Torna su